Le parole di Muller, López, Loeb, Valente e Girolami

Le parole di Muller, López, Loeb, Valente e Girolami

Ecco le dichiarazioni dei piloti di Citroen, Chevrolet-Campos e Honda-Sweden dopo le qualifiche in Slovacchia.

Yvan Muller, José María López, Sébastien Loeb, Hugo Valente e Néstor Girolami hanno parlato dopo le Qualifiche del WTCC allo Slovakia Ring.

Yvan Muller

Qualifiche mozzafiato, hai ottenuto la terza pole della stagione raggiungendo come numero il tuo compagno di squadra José María López; ci puoi raccontare il tuo giro?
“Ho fatto un buon giro e ovviamente ne sono felice. Il bilanciamento dell’auto in Q1 non era un gran che, ma in Q2 abbiamo migliorato e un altro passo avanti è stato fatto in Q3, dove la vettura era finalmente perfetta. Potevo finalmente fare quello che volevo, anche se non pensavo di essere il più veloce; è andato tutto benissimo ad eccezione di una piccola uscita alla curva 11.”

Questo è il primo passo, ma domani c’è la gara; come ti comporterai?
“E’ un circuito impegnativo, soprattutto perché siamo più pesanti degli altri e le LADA sono molto veloci, come avevamo già visto a Mosca. Sarà dura tenerle dietro per tutti i giri, l’obiettivo è sfruttare la pole position per essere davanti alla prima curva e iniziare a spingere forte fin da subito.”

Ti stai riavvicinando a José in classifica, domani ne vedremo delle belle…
“Il campionato è ancora lungo, pensiamo una gara alla volta.”

Palando con Eurosport hai detto di aver avuto un piccolo problema nelle Libere; di che si trattava? Lo hai risolto?
“Riguardava il bilanciamento, avevo un po’ troppo sottosterzo in Q1. Ci ha sorpreso perché ci aspettavamo altro, ma poi abbiamo fatto dei cambiamenti e in Q2 l’auto è migliorata, e in Q3 è stato fatto un ulteriore passo avanti.”

José María López

Ci puoi raccontare le tue qualifiche?
“In Q3 ho fatto un buon giro ed è stata una bella battaglia con Yvan, come l’ultima gara. Anche oggi lui ha fatto meglio di me, un giro davvero notevole, e lo ammetto. Nelle Libere ho lottato un po’ troppo e fino alla Qualifica non ho potuto tirare fuori il massimo potenziale dall’auto. In Q1 e Q2 le cose sono migliorate, in Q3 tutto era perfetto. Speravo che il mio giro fosse abbastanza per la pole, è stato il migliore del weekend, a parte nel primo settore, che è un po’ il mio punto debole. Domani partirò comunque in una buona posizione e non vedo l’ora di iniziare. Non sono dispiaciuto, sono comunque in prima fila dietro ad uno forte come Yvan, che ha vinto quattro Mondiali, quindi è normale che sia davanti. Sono contento di ritrovarmi a combattere con lui, è il mio compagno di squadra, così come con tutti gli altri che oggi sono stati velocissimi e hanno contribuito allo spettacolo. Domani vedremo, le cose si fanno interessanti.”

Durante la stagione tu ed Yvan avete già combattuto, domani cosa vedremo?
“E’ una cosa molto eccitante, per il momento lui è più in forma di me, come dimostrato nelle ultime due gare. Quest’anno è partito molto bene e sta migliorando, ma la stagione è lunga e io debbo fare due belle gare domenica. La cosa importante per il team è che siamo veloci tutti, venerdì ci sono stati problemi, ma la squadra li ha risolti in modo fantastico e ne sono contentissimo.”

Sébastien Loeb

Dopo alcune gare sottotono ti rivediamo qui a completare la tripletta Citroën; sei contento delle tue performance?
“Certo, sono felice di essere entrato di nuovo in Q3, soprattutto del set-up della mia auto, che è ottima. Nelle curve 3 e 6 ho fatto dei piccoli errori andando largo, ma sono comunque riuscito a fare un buon giro, anche se i miei compagni di squadra stanno attraversando un momento di forma notevolissimo. Il terzo posto non è male, anche perché dopo Mosca e Nürburgring ero un po’ deluso, là soffrii un sacco di sottosterzo. Ora abbiamo risolto il problema e non vedo l’ora di correre le gare.”

A parte il set-up, hai cambiato qualcos’altro in questo weekend?
“A Mosca l’auto non era perfetta e ho sbagliato molto in qualifica e gara. Non ho cambiato molto nella guida, semplicemente ora mi sento più a mio agio con la vettura.”

Hugo Valente

Sei stato il migliore del Trofeo Yokohama, ci puoi raccontare la tua prova?
“Prima di tutto complimenti ai ragazzi della Citroën, sono stati fantastici, soprattutto Yvan. Qualcuno pensava che fosse arrugginito, ma oggi ha dimotrato che non è così, quindi bravo. La mia Q1 è stata buona, così come la Q2, anche se ho fatto un errore che forse mi è costato la Q3. Ormai è andata. In Q2 ho fatto dei cambiamenti che mi hanno dato più sottosterzo rispetto alla Q1; sono cose che devi provare se vuoi entrare in Q3, ma anche se lotti per le altre posizioni. Domani sarò sesto, che è la posizione peggiore, ma sono felice di essere il migliore dei privati e non vedo l’ora di correre, sarà molto interessante.”

Quest’anno un paio di volte non sei partito benissimo, domani come ti comporterai?
“Abbiamo fatto alcuni miglioramenti, nelle Libere le cose sono andate benissimo e sono fiducioso che le gare possano essere positive. Al Nürburgring ci sono stati problemi con l’auto, a Mosca non abbiamo fatto passi avanti, ma ora abbiamo cambiato tutto e ripartiamo da zero. Il rettilineo è molto lungo e spero che alla curva 1 possa essere in una buona posizione.”

Néstor Girolami

Benvenuto nel WTCC, puoi spiegarci cosa non ha funzionato in Qualifica? La gente si aspettava di vederti più avanti…
“Prima di tutto vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno permesso di debuttare nel WTCC. Le Qualifiche non sono andate bene. Ieri il primo impatto con vettura e pista è stato molto positivo, stamattina è proseguito così, poi le cose sono cambiate. Nel mio giro veloce ho fatto degli errori alla curva 3, spero che in gara vada meglio. E’ un piacere correre contro gente come Loeb, Muller, López, Tarquini e Monteiro.”

Cosa ne pensi del WTCC, è una esperienza impegnativa?
“Certamente sì, è anche la mia miglior opportunità della carriera. E’ un campionato molto professionale e sono contentissimo di essere qui. Lo scorso anno ho conquistato il Titolo in Argentina e per diverse gare ho lottato con “Pechito”. Ora ho la possibilità di essere qui con la Honda e darò il massimo. Voglio imparare e crescere giro dopo giro.”

Quale sarà la tua strategia per domani: spingere a fondo fin da subito o fare esperienza?
“Stiamo lavorando con il team a questo, vorrei arrivare al traguardo. Debbo imparare come gestire la partenza e tante altre cose che per me sono nuove. Spero di arrivare a punti, magari attorno alla 10a o 12a posizione; credo sia possibile.”

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Slovakia
Circuito Slovakia Ring
Piloti Sébastien Loeb , Yvan Muller , Hugo Valente
Articolo di tipo Ultime notizie