La Chevrolet inizia la caccia al terzo Mondiale di fila

La Chevrolet inizia la caccia al terzo Mondiale di fila

Nève tiene alta la tensione: "Affrontiamo il 2012 con umiltà, ma anche con determinazione"

La primavera bussa alle porte insieme alla nuova stagione del WTCC. Il Mondiale Turismo è in procinto di attirare ancora una volta l’attenzione degli appassionati con l’avvio della stagione 2012, previsto tra una settimana nel mitico Autodromo Nazionale di Monza, in Italia. Gli obiettivi di Chevrolet per questa nuova stagione sono molto ambiziosi: conservare le due corone (Costruttori e Piloti) di Campione del Mondo conquistate nel 2012 e nel 2011. Restare al vertice di una disciplina sportiva per tre anni di seguito non è facile, ma Chevrolet, il team RML e i tre piloti sono determinati a raggiungere questo obiettivo. La nuova stagione vedrà l’ulteriore globalizzazione del WTCC, con la prima gara di sempre negli Stati Uniti, l’aumento della concorrenza con il ritorno del team ufficiale SEAT e l’arrivo di Ford, insieme a regole di affidabilità ancora più severe, che non consentono alcun cambio motori. I mesi invernali sono stati caratterizzati da un intenso lavoro di sviluppo della Cruze: la vettura entra nel quarto anno di attività su pista, lo spazio per i miglioramenti si riduce e ora si misura in centesimi di secondo. Gran parte degli sforzi si sono concentrati sull’elettronica del motore, sul sistema di raffreddamento e sulle sospensioni, e i risultati sono stati verificati nel corso degli ultimi test di Valencia (Spagna) e Donington (Regno Unito), mentre le prove finali prima di Monza si svolgono oggi a MIRA, sempre nel Regno Unito. Altre tre Cruze saranno presenti all’evento di apertura della stagione: il team britannico privato Bamboo Engineering con i piloti Alex MacDowall e Pasquale Di Sabatino, e Rickard Rydell, campione Touring scandinavo in carica, che ritorna al WTCC con la vettura del Nika Racing iscritta da Chevrolet Motorsport Svezia. Yvan Muller:Affronto la nuova stagione come ho sempre fatto in passato – pensando che si riparte da zero e non c’è nulla di scontato. Non ho obiettivi particolari se non fare del mio meglio e non subire alcuna pressione. Se ho fatto un errore lo scorso anno, è stato proprio quello di sentire troppa pressione all’inizio della stagione. Eviterò di ripetermi quest’anno, e questo è il motivo per cui mi sono preso più tempo per rilassarmi e riposare durante la pausa invernale. A parte le attività promozionali per il marchio, i miei corsi di guida sul ghiaccio in Lapponia e un paio di sessioni di test con il team, sono rimasto piuttosto lontano dal mondo delle corse. Mi sento molto più in forma che nello stesso periodo dello scorso anno. Detto questo, non sarà una stagione facile con le nuove regole sull’affidabilità e l’aumento della concorrenza. Ma sono pronto per questa nuova sfida”. Robert Huff:Mi sono tenuto abbastanza distante dal mondo delle corse e delle auto durante l’inverno. Penso fosse necessario dopo una stagione intensa come il 2011. Sono molto felice del risultato raggiunto lo scorso anno, anche se perdere il titolo per una manciata di punti è stata una delusione. Ci vuole qualcosa di più per battere una stella del Touring come Yvan, ed è proprio quello che cercherò di fare quest’anno. Sono motivato e determinato al massimo”. Alain Menu:Ho avuto sensazioni diverse dopo la stagione 2011. Da un lato, sono stato molto felice del mio modo di guidare e ho ottenuto degli ottimi risultati. Ma d’altro canto sono stato sfortunato in diverse occasioni, come nei due incidenti di Monza e Budapest, due casi in cui non avevo alcuna colpa e che mi hanno tolto ogni possibilità di vincere il campionato. In una competizione competitiva come il WTCC la continuità è essenziale e bisogna fare punti in ogni gara. Questo è il mio obiettivo per il 2012. Sebbene io abbia quasi 49 anni, mi diverte ancora guidare e gareggiare, proprio come il primo giorno in cui mi sono messo al volante. Sono ancora al massimo della forma ed è esattamente quello che cercherò di dimostrare questo anno. Ho lavorato molto sulla mia condizione fisica durante l’inverno. Un altro elemento positivo è che ho un nuovo ingegnere di macchina. Cambiare collaboratori di tanto in tanto è una buona cosa perché ti obbliga a rivedere il tuo modo di pensare e ti aiuta a fare un passo avanti, quindi ho sensazioni molto buone sulla nuova stagione”. Eric Nève:Dall’esterno Chevrolet potrebbe sembrare la favorita per la vittoria. Ma restare davanti a tutti per tre anni di fila è sempre difficile, in qualunque sport. Affrontiamo il 2012 con umiltà, ma anche con grande determinazione. Vedere la concorrenza fare passi avanti ci mette pressione, ma è anche molto stimolante. Siamo sicuramente molto eccitati per il debutto di Ford, il nostro tradizionale rivale nelle gare americane, ed è fantastico vedere il WTCC diventare sempre più globale anno dopo anno. Andare negli Stati Uniti durante la stagione per il primo evento WTCC della storia nel paese del nostro marchio sarà una grande emozione”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller , Rob Huff , Alain Menu
Articolo di tipo Ultime notizie