Lopez: "Sono affascinato dal vecchio Nurburgring"

L'argentino ha effettuato un test al Nordschleife prima della trasferta in Ungheria dove vede favorito Muller

Lopez:

Cari amici di Omnicorse.it, eccoci di nuovo assieme. Sono reduce dalla giornata di test che si è tenuta sul Nordschleife (l'anello nord) del Nurburgring in preparazione alla gara WTCC che si terrà a metà maggio assieme alla celebre 24 Ore. Devo dirvi subito che è stata un'esperienza incredibile che mi ha trasmesso grandi emozioni. Prima di martedì avevo compiuto solamente dieci giri della pista, per di più su un'auto stradale. Dieci giri su un tracciato di 26 chilometri se consideriamo anche la pista Grand Prix che fa parte della corsa, non sono niente. Ero un po' timoroso e curioso di sapere cosa mi stava aspettando. Invece, devo ammettere di essermi trovato veramente bene non appena ho messo le ruote in pista.

AFFASCINATO DALLA SFIDA AL NORDSCHLEIFE
La Citroen C-Elysée è partita da una base di assetto molto buona, poi ci abbiamo lavorato e l'abbiamo migliorata durante la giornata. Così siamo stati veloci in un modo che sinceramente non mi aspettavo. Però, come vi dicevo, mi sono sentito davvero a mio agio ed ho goduto ogni singolo metro di quel tracciato. La pista è davvero fantastica. Non c'è un punto che posso dire di amare più di un altro. Ogni curva ed ogni tratto hanno il loro fascino, la loro difficoltà e criticità. Lo ripeto, ogni metro mi è piaciuto moltissimo.

LE WTCC AL PASSO DELLE GT3 SUL VECCHIO RING!
Quando un pilota si sente a suo agio e ama la pista sulla quale sta correndo, quando si sente un tutt'uno con la macchina e la pista, sono convinto che sia in grado di esprimere qualcosa in più. Penso che nel test mi sia successa una cosa del genere. Veramente emozionante. Mi ha poi fatto piacere notare come le vetture del WTCC siano state veloci, girando al livello delle GT3. Quindi un'esperienza impegnativa e non una passeggiata.

I SIMULATORI NON RAPPRESENTANO LA REALTA’
Le emozioni che ho provato sono state intense, eppure questo non era un circuito del tutto nuovo per me. Oltre a quei dieci giri, ci ho lavorato anche al simulatore, ma quando poi devi affrontarlo davvero, cambia tutto. Io sono dell'idea che i simulatori non siano la realtà. Ovvio dipende da che tipo di simulatore. Ce ne sono di veramente incredibili e altri meno, ma di base credo che non riescano ancora a simulare davvero tutto. Però sono assolutamente utili quando non conosci la pista, ed io lo uso proprio per questo motivo.

SEBASTIEN HA GIA’ CORSO UNA 24 ORE AL RING
Almeno arrivo sul circuito sapendo in che direzione girano le curve. In questo caso mi ha aiutato per provare a ridurre il gap verso quei piloti del WTCC che in questi mesi sono venuti qui a girare o a fare delle gare. Anche Sébastien (Loeb) vi ha fatto la 24 Ore e quindi ha molta più esperienza di me. Non so se sono arrivato al loro livello, ma sicuramente ho incrementato la mia esperienza e spero di aver ridotto il gap.

ALL’HUNGARORING IL RIFERIMENTO SARA’ YVAN
Adesso però la mia testa è rivolta all'Ungheria. La gara incombe e personalmente credo che non sarà facile. Lo so, tutti staranno pensando che sono le solite parole di circostanza, ma non è così. Yvan (Muller) su questa pista è molto forte. Lo scorso anno vi ha fatto la pole position ed ha vinto gara uno. Credo che il riferimento sarà lui, ma non sottovaluterei gli altri.

CITROEN PAGHERA’ 60 KG DI ZAVORRA IN PIU’
Honda, Chevrolet e Lada oltre a degli aggiornamenti tecnici non avranno la zavorra che invece avremo noi. Ci saranno 60 Kg di differenza a nostro svantaggio. Già lo scorso anno in gara due facemmo molta fatica a recuperare e, infatti, se vi ricordate non vinse la Citroen. Quest'anno credo che sarà ancora peggio, perché non vedo tutta questa differenza di prestazioni con gli avversari. Certamente noi siamo avanti, è inutile negarlo, ma non in maniera così grande come l'anno scorso.

CERCHERO’ DI DIFENDERE IL VANTAGGIO IN CLASSIFICA
Io credo realmente che sarà dura anche fare la pole position. Dal canto mio andrò per fare una buona corsa. L'obiettivo primario è quello di mantenere inalterato il vantaggio in classifica. Poi se verrà incrementato tanto meglio, ma l'importante sarà non perdere terreno. Chiaro che, come sempre, confido nel vostro sostegno. Un aiuto prezioso che spero di ricambiare…

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Articolo di tipo Ultime notizie