Lopez: "Mi sono preparato bene per il Nordschleife"

condividi
commenti
Lopez:
Di: José Maria Lopez
13 mag 2015, 07:35

L'argentino della Citroen ha scalato in bici il Mont Ventoux del Tour. Al Ring determinante la pole

Lopez:

Cari amici di Omnicorse, siamo nella settimana di una delle gare più importanti dell’anno. Fra poco partirò per la Germania, direzione Nurburgring. C’è da affrontare l’Inferno Verde, il soprannome che identifica il Nordschleife. Sarà una sfida durissima, mentalmente e fisicamente. Io però sono pronto. Prima di svelarvi le mie sensazioni alla vigilia della gara, volevo parlarvi della mia passione per lo sport. Per un pilota, la forma fisica è importantissima. Io sono un vero appassionato sin da quando correvo sulle Formule. Ho sempre pensato che un’ottima condizione fisica sia assolutamente prioritaria per uno che fa il mio mestiere. Magari oggi sono molto più allenato di quanto richiedano le vetture del WTCC, ma lo faccio perché se dovesse capitare un infortunio è meglio avere un fisico preparato e poi perché, non si sa mai... Potrebbe esserci la possibilità di correre in qualche categoria più impegnativa, e allora è meglio farsi trovare pronti.

HO SCALATO IN BICI IL MONT VENTOUX DEL TOUR DE FRANCE
Ma oltre all’aspetto professionale, c’è una vera e propria passione che mi anima. Da sei-sette anni pratico il Triathlon ed ho fatto una sorta di Ironman nel 2013 in Cile. La bici però riveste una parte importante. Mi piace andarci al punto che non perdo occasione per salirci. Domenica scorsa ero nel Sud della Francia, ed ho avuto la possibilità di scalare il Mont Ventoux ovvero una delle tappe più impegnative del Tour de France. E’ stata una salita durissima. Adesso so perché è così famosa e quanto sia difficile farla alla velocità di salita dei professionisti. Incredibile!

SONO SEGUITO DAL DOTTOR CECCARELLI E MI ALLENO CON DUVALL
Poi ovviamente faccio palestra ed esercizi specifici e qui mi avvalgo dell’esperienza di Formula Medicine del dott. Ciccarelli. Purtroppo non ho mai potuto condividere le mie uscite in bici con i miei compagni di squadra in Citroen. Abitiamo troppo lontano fra noi e fino ad ora non si è mai presentata l’occasione. Capiterà. Io comunque esco con diversi piloti, ma soprattutto con Loic Duvall che è un amico vero e con il quale condivido questa passione.

SONO IN PARTENZA PER LA SFIDA AL NURBURGRING
Ora torniamo al WTCC e alla gara del Nurburgring. Ho molta voglia di affrontarla perché sarà una corsa speciale. Il mio approccio sarà ovviamente un po’ diverso, perché si tratta di una pista particolare e differente da tutte le altre. Allo stesso modo però, cercherò di guardare a me stesso e a tirarne fuori il meglio possibile senza fare errori. Siamo al quarto appuntamento, ovvero ad un terzo del campionato e con il distacco che ho oggi, non è necessario rischiare di buttare tutto alle ortiche solo perché il posto è speciale. Ovvio voglio fare bene, ma se oggi mi metto a fare i calcoli e valuto che potrei arrivare sempre nelle prime posizioni totalizzando punti pesanti, credo che a fine stagione sarò in una bella posizione. Sicuramente sarà una gara dove tutti vorranno vincere, cosa che vale anche per me.

AL NORDSCHLEIFE NON SI SORPASSA E QUINDI CONTERA’ LA QUALIFICA
Di sicuro sarà una corsa difficile perché sorpassare sul Nordschleife sarà molto difficile. Sei sempre in curva e non ci sono tanti dritti dove impostare una manovra di sorpasso. Nei test ho provato a stare dietro a macchine che giravano anche dieci secondi più lente di me, eppure non sono riuscito a sopravanzarle. Si potrà farlo invece sul circuito Grand Prix alla curva 1 o alla curva 5. La qualifica sarà quindi fondamentale perché chi farà la pole position avrà il 50 per cento della gara in tasca. Vedremo.

BELLE LE 24 ORE: QUELLA DEL RING MA IN PARTICOLARE… LE MANS
Dopo la nostra gara partirà la 24 Ore. Io sono molto appassionato di questo tipo di gare e non nascondo che è una di quelle cose che vorrei fare se un giorno dovessi lasciare questo campionato. Specialmente per quanto riguarda Le Mans. Per ora non è mai capitata l’occasione giusta, ma ammetto che il WEC mi piace molto. E’ un campionato di altissimo livello come il WTCC. Quando fai un mondiale come quello che sto affrontando io con la Citroen C-Elysée non hai molte possibilità di fare qualcosa di migliore. Credo il DTM o appunto il WEC. Vedremo in futuro. Oggi però non ci penso tanto, perché sto affrontando un mondiale e devo restare concentrato al massimo per vincere assieme alla Citroen. Ovviamente sempre con il vostro prezioso supporto.

Prossimo articolo WTCC
Monteiro: "Il Nordschleife è affascinante e durissimo"

Previous article

Monteiro: "Il Nordschleife è affascinante e durissimo"

Next article

Coronel: "Il Nordschleife è eccitante e da pazzi"

Coronel: "Il Nordschleife è eccitante e da pazzi"

Su questo articolo

Serie WTCC
Autore José Maria Lopez
Tipo di articolo Ultime notizie