Huff: "In pochi mesi annullato un ritardo di 5" !"

L'inglese analizza la stagione appena conclusa, sperando di poter ricominciare alla grande con la nuova Lada Vesta.

Huff:

In molti avevano storto il naso quando nell'ottobre del 2013 Rob Huff aveva annunciato la propria firma con la Lada Sport WTCC.

Il Campione britannico stava concludendo la sua avventura con la Munnich Motorsport, con la quale era riuscito a vincere anche un paio di gare, nonostante la scarsa competitività della Seat Leon messagli a disposizione dal team privato tedesco.

Il passaggio alla Lada poteva suonare quasi come una resa ai... petro-rubli, se si pensa che in quei tempi la Granta guidata da Thompson e Kozlovskiy faticava a terminare a punti ed era piuttosto indietro come sviluppo.

Eppure l'ottimo pilota di Cambridge, come sottolineato dagli uomini dei russi capitanati dall'ing. Marco Calovolo, si è buttato a testa bassa nella nuova e durissima avventura con la versione TC1 di un'auto che all'inizio del 2014 soffriva di un... sovrappeso di 60Kg e una diversa configurazione aerodinamico-meccanica necessaria per ognuno dei tre modelli usciti dalla fabbrica di Togliatti.

"Era chiaro fin da subito che la nostra vettura non poteva competere con le altre, ma era una cosa che già sapevo quando ho deciso di firmare con la Lada", ha dichiarato Huff ad autosport.com

Il duro lavoro ha pagato notevolmente, considerato che dall'enorme ritardo accumulato fino all'evento di Spa-Francorchamps (giugno), si è passati al fantastico podio ottenuto da Huff in Gara 2 in Argentina (agosto), per poi raggiungere la tanto attesa vittoria al Goldenport Park di Pechino (ottobre), bissata lungo le ostiche stradine di Macao un mese più tardi.

"Ero consapevole che avrei faticato parecchio all'inizio, ma se mi avessero detto che avrei concluso l'anno con due vittorie e un 10° posto finale in classifica, probabilmente ci avrei pensato di meno e avrei firmato il contratto prima!" ha detto "Huffy".

Nonostante le continue critiche, la Lada Sport ha compiuto passi da gigante in pochissimo tempo, lottando e lavorando sempre con il vero spirito da combattenti, tutte qualità che non sono mai mancate a Rob: "Quando vedi ciò di cui siamo stati capaci in così poco tempo ti senti davvero realizzato. A Spa avevamo cinque secondi di svantaggio dalla vetta, ve ne rendete conto? Nessuno avrebbe mai osato pensare una cosa del genere, nemmeno io..."

Il gran finale di Macao ha messo ancora una volta in luce la bravura del pilota britannico, sempre pronto a sbattere la porta in faccia agli assalti di Yvan Muller con la ben più competitiva C-Elysée. Senza dimenticare che anche la fortuna ha fatto la sua parte in quell'occasione, con il ritiro di Tiago Monteiro a poche curve da quella che sarebbe stata una meritata vittoria per il portoghese e la Honda: "E' vero - ha commentato Huff - Ma a Macao eravamo veramente veloci, cosa mai successa prima."

Ora la Lada si appresta a mandare in pensione la Granta per tentare l'assalto alla vetta con la nuovissima Vesta TC1, vettura che verrà messa in commercio a settembre 2015: "La nuova auto è pronta per il prossimo anno, La Lada Sport ha lavorato intensamente con Oreca per garantirci di averla a disposizione a fine dicembre o al massimo ad inizio gennaio. Abbiamo davanti circa due mesi e mezzo di test per essere preparati per la prima gara della stagione."

A questo punto c'è grande curiosità da parte di tutti. Non solo di vedere in pista la nuova Lada Vesta TC1, vettura oggettivamente molto più bella rispetto alla "sorellina" che l'ha preceduta, ma anche per capire se Huff, Thompson e Kozlovskiy saranno in grado di competere ad alti livelli nel WTCC, ricominciando da dove ci siamo lasciati...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Rob Huff
Articolo di tipo Ultime notizie