Coronel: "In Russia non ha funzionato niente"

Coronel: "In Russia non ha funzionato niente"

L'olandese non si è trovato a suo agio sul Moscow Raceway con la Cruze, pur facendo un sacco di cambiamenti.

L’olandese Tom Coronel ha individuato nel set-up i problemi che lo hanno penalizzato nelle gare del WTCC in Russia.

Il pilota della ROAL Motorsport non è andato oltre il 10° posto come miglior risultato, non essendo riuscito a sistemare come voleva la sua Chevrolet RML Cruze TC1.

“Se tutto deve andare male, andrà male – ha detto Coronel, che in griglia scattava dalla settima fila – Fin dal primo momento che siamo scesi in pista l’auto non andava, abbiamo letteralmente cambiato tutto il possibile: molle, ammortizzatori, barre antirollio, tutto! Ma non ha funzionato. Il tempo a disposizione era sempre meno e la vettura non era veloce. Abbiamo dovuto sostituire anche un tubo del turbo rotto e un altro ammortizzatore danneggiato, ma non siamo andati oltre il 14° posto. E’ stato molto negativo per noi perché non siamo riusciti a trovare una soluzione.”

Poi Coronel ha parlato delle due gare: “In Gara 1 sono partito bene lottando con Jaap Van Lagen, superandolo all’interno in una curva a destra. Pensavo di avercela fatta, ma ci siamo toccati e mi sono girato, scivolando al 17° posto. Ad un giro dalla fine sono rientrato ai box per modificare il set-up della parte anteriore e sostituendo alcune parti meccaniche che non avevamo toccato fin lì. La mossa è parsa azzeccata perché in Gara 2 il feeling è migliorato e mi sentivo più veloce e competitivo. Purtroppo partire dal 14° posto rende la vita molto difficile. Dopo tutto quel che è successo in questo fine settimana penso che un 10° posto sia il massimo. Chiaramente è un risultato che dovrà servire per affrontare con più fiducia il prossimo impegno.”

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Tom Coronel
Articolo di tipo Ultime notizie