La BMW diffida delle nuove regole sui motori

La BMW diffida delle nuove regole sui motori

Theissen teme che nel 2011 possa esserci un deroga per quelli da 2 litri aspirati

Siamo alle solite: arrivati a metà stagione la BMW non ha ancora deciso se proseguire o meno la sua avventura nel WTCC nella prossima stagione e, come spesso è capitato nelle ultime stagioni, Mario Theissen, grande capo di BMW Motorsport, pare mettere delle condizioni per la permanenza della Casa bavarese. Dall'anno prossimo infatti entra in vigore il nuovo regolamento che prevede l'utilizzo di motori turbo da 1,6 litri, ma la FIA potrebbe concedere una deroga, che consentirà di continuare a correre ancora anche con i "vecchi" 2 litri aspirati, che sarebbero regolati da un sistema di balance of performance. Questa possibilità non piace per niente ai vertici di casa BMW, che quindi lascia in sospeso i giudizi sulla sua presenza futura: "Dobbiamo valutare quante vetture utilizzeranno i nuovi motori e cosa pensa di fare la FIA se non dovesse sceglierli nessuno. Al momento non è certo che sarà obbligatorio utilizzare i motori nuovi e questo potrebbe influenzare la nostra scelta. Per ora siamo aperti ad ogni tipo di impegno e non prenderemo una decisione a breve: potremmo ancora presentarci come squadra ufficiale o anche solo fornire quelle clienti" ha spiegato Theissen.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Articolo di tipo Ultime notizie