Argentina, Qualifica: López rifila 1" alle altre Citroën

condividi
commenti
Argentina, Qualifica: López rifila 1
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
07 mar 2015, 20:54

Pechito conquista la Pole battendo Muller, Loeb e Ma. Monteiro 5° con la Honda. Thompson in Pole per Gara 2.

Argentina, Qualifica: López rifila 1

A Termas de Río Hondo le Qualifiche del WTCC sono state un assolo di José María López, il quale si prende la prima Pole Position del 2015 davanti ai suoi tifosi.

L'argentino ha rifilato oltre 1" ai suoi compagni di squadra della Citroën, Yvan Muller, Sébastien Loeb e Ma Qing Hua, che con le rispettive C-Elysée ufficiali occupano le prime due file della griglia di partenza del primo evento dell'anno.

Primo degli "umani" è stato Tiago Monteiro (Team Castrol), in forma per tutto il weekend, ma con una Honda Civic non all'altezza delle vetture francesi. L'egemonia transalpina sarebbe potuta essere totale se Mehdi Bennani (SLR) non fosse finito nella ghiaia durante la Q2; il marocchino partirà 12° in entrambe le gare di domani.

Al sesto posto, al fianco di Monteiro, scatterà Tom Chilton (Roal Motorsport), migliore dei piloti Chevrolet, che ha preceduto l'altra Civic ufficiale di Gabriele Tarquini e la Cruze di un ottimo Stefano D'Aste (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport).

Tom Coronel (Cruze-Roal) è nono e partirà in prima fila nella griglia invertita di Gara 2, dove in Pole Position troviamo James Thompson con la nuovissima Lada Vesta. Sessione agrodolce per i russi, con Rob Huff che era stato a lungo competitivo e in Top10, ma poi non è riuscito ad andare oltre l'11a piazza.

Non ha preso parte alle Qualifiche Hugo Valente, dopo l'incidente delle FP2.

Q1
Primi 20' che si aprono con una sorpresa: durante il suo giro lanciato Norbert Michelisz perde l'anteriore sinistra e deve rientrare ai box. La sua Civic è troppo danneggiata e l'ungherese deve alzare bandiera bianca. Senza nemmeno Valente in azione, gli eliminati in questa manche saranno solamente quattro. Bennani si issa subito in testa girando in 1.47.040, seguito dalle Citroën ufficiali di Loeb e Ma, mentre López e Muller appaiono più in difficoltà e sono costretti ad un paio di giri in più per segnare un tempo che li metta al sicuro. A metà sessione le Civic di Monteiro e Tarquini salgono rispettivamente al quarto e quinto posto, alle spalle di un ottimo Huff con la Lada. Grande giro per D'Aste a 5' dalla fine, con il genovese che piazza la sua Cruze al 4° posto, seguito da López. Finiscono fuori dalla Top12 Borkovic, Filippi, Demoustier e Rydell, oltre agli "inattivi" Michelisz e Valente. All'ultimo giro si registra il ruggito di Rob Huff, che piazza la sua Vesta in prima posizione con il tempo di 1.46.878.

Accedono alla Q2: Huff, Bennani, Loeb, D'Aste, López, Monteiro, Ma, Tarquini, Muller, Chilton, Thompson e Coronel.

Q2
Con solo 10' a disposizione (e vista la lunghezza del circuito argentino), i piloti hanno a disposizione un paio di tornate per tentare di qualificarsi alla Q3. Scendono subito in pista le Civic di Monteiro e Tarquini, mentre Loeb e Huff preferiscono aspettare ai box. L'imprevisto, però, è dietro l'angolo: Bennani si pianta nella ghiaia quando tutti avevano iniziato il giro veloce. Il marocchino, dopo il sovrasterzo, non riesce più ad uscire dalla via di fuga e i commissari espongono la bandiera rossa con il cronometro che segna -6'37". Di fatto ci sarà un solo tentativo "pulito" per accedere alla Q3. López (1.45.891) si piazza subito davanti, seguito da Muller, Monteiro, Loeb e Chilton; quest'ultimo stava già assaporando la Q3 quando Ma si è portato in testa (1.45.808) con un giro perfetto, facendo scivolare il britannico in 6a piazza. Ottimo D'Aste che chiude ottavo.

Vanno a giocarsi la Pole Position in Q3: Ma, López, Muller, Monteiro e Loeb.

Q3
Il primo a scendere in pista è Loeb, ma il francese sbaglia all'uscita della curva 11 dopo due parziali positivi e ferma il cronometro sull'1.47.061. Monteiro, nonostante l'errore dell'avversario, non riesce a batterlo, visto lo strapotere delle Citroën rispetto alla Honda; il portoghese fa 1.47.633 e viene subito superato da Muller, il quale si prende la Pole provvisoria in 1.46.701. Ma l'ingresso di López in pista mette subito a tacere tutti, con l'argentino che si esalta sul circuito di casa e davanti ai propri tifosi. "Pechito" fa il record in tutti i settori e il suo 1.45.461 è accolto da un boato sul traguardo, oltre a risultare irraggiungibile anche per Ma Qing Hua, ultimo a girare, che non va oltre il quarto posto (1.47.203).

Prossimo articolo WTCC
Tarquini: "Passo inferiore, ma voglio puntare al podio"

Previous article

Tarquini: "Passo inferiore, ma voglio puntare al podio"

Next article

Huff: "La nuova Vesta è una vera auto da corsa!"

Huff: "La nuova Vesta è una vera auto da corsa!"