Cerqui: "Il podio è un obiettivo possibile"

Il giovane italiano sembra ottimista in vista del suo esordio nel WTCC

Cerqui:
L'attesa è finita: giovedì prossimo, a Monza, Alberto Cerqui farà il suo esordio ufficiale nel FIA WTCC 2012, diventando il più giovane pilota italiano impegnato in un campionato mondiale FIA nel 2012. Il talento bresciano, 19 anni, affronterà la stagione al volante di una BMW 320 TC schierata da ROAL Motorsport, succedendo a nomi del calibro di Fabrizio Giovanardi e Alex Zanardi in quello che è considerato il team di riferimento BMW nel campionato. L'arrivo di Cerqui, Campione Italiano in carica della Superstars Series e uno dei giovani piloti più promettenti sulla scena internazionale delle gare turismo, è molto atteso anche dall'intero paddock, pronto ad accogliere la sfida portata dai nuovi talenti ai "mostri sacri" della categoria come Yvan Muller, Robert Huff, Alain Menu e Gabriele Tarquini. Nei test prestagionali Cerqui ha subito dimostrato un enorme potenziale, entrando con facilità in sintonia con la BMW 320 TC. I tempi stabiliti hanno lasciato intendere che Alberto farà da subito sul serio, determinato ad essere immediatamente tra i protagonisti. Alberto Cerqui: "Iniziare da Monza, la mia pista di casa, l'avventura nel mondiale turismo è qualcosa di speciale. Questo costituirà per me un doppio vantaggio: conosco già il tracciato e potrò contare sul supporto delle migliaia di appassionati che accorreranno in circuito. D'altra parte il team ha svolto un eccellente lavoro di preparazione, per cui abbiamo tutti gli ingredienti per cominciare la stagione con il piede giusto. Se tutto andrà nella direzione corretta credo che il podio possa essere un obiettivo possibile, ma non voglio escludere la vittoria dalle mie ambizioni. Sarebbe un esordio davvero memorabile".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Alberto Cerqui
Articolo di tipo Ultime notizie