Anche Morbidelli rinuncia alla Gara di Marrakech

Anche Morbidelli rinuncia alla Gara di Marrakech

Come Tarquini, anche il pesarese ha danni non riparabili sulla sua Chevrolet Cruze TC1

Gianni Morbidelli subito dopo aver centrato la Honda Civic nella portiera ha temuto per le condizioni di Gabriele Tarquini: "Finché non l'ho visto muoversi nell'abitacolo era rimasto atterrito - racconta il pesarese al debutto con la Chevrolet RML Cruze del team Munnich - poi la tensione si è stemperata quando ho visto che non gli era successo niente. Per fortuna! Ho voluto chiarirmi subito con Gabriele per spiegargli che ero andato a staccare fuori traiettoria, quando l'ho visto lungo, ma mi sono trovato a frenare sul filler e sono finito lungo schiantandomi nella sua fiancata". Gianni ha spiegato al delegato FIA la dinamica dell'incidente e non è stato preso alcun provvedimento per il botto che ha interrotto la seconda sessione di prove libere, questa mattina. La Cruze si è disintegrata nella parte anteriore: i tecnici Chevrolet speravano che la vettura potesse essere riparata per la Gara 1 di domani, ma hanno preferito rinunciare per evitare di fare una riparazione rabberciata, visto che la prossima settimana la macchina dovrà essere nuovamente in pista al Paul Ricard per il secondo appuntamento stagionale. I due piloti italiani, quindi, sono fuori scena ancora prima di cominciare...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Marrakech
Circuito Circuit International Automobile Moulay El Hassan
Piloti Gianni Morbidelli
Articolo di tipo Ultime notizie