Suzuka, Gara 1: Trionfo di Michelisz, Muller Campione!

Suzuka, Gara 1: Trionfo di Michelisz, Muller Campione!

L'ungherese prende il largo fin da subito, il francese si accontenta del terzo posto per festeggiare il titolo.

Gara 1 del WTCC a Suzuka che pone in prima pagina due piloti: Yvan Muller, che con il terzo posto si laurea matematicamente Campione del Mondo 2013, e Norbert Michelisz, che fin dai primi metri prende il largo e vince in solitaria. Muller, partito in seconda fila, ha sopravanzato il compagno di squadra della Chevrolet RML Tom Chilton e si è piazzato alle spalle di MacDowall, tentando qualche timido attacco nel finale: "Sono contentissimo, ma ora devo subito tornare in auto per Gara 2, festeggeremo dopo. Sapevo che l'importante era finire la gara senza prendere stupidi rischi." Con il terzo posto, dunque, Muller si aggiudica ufficialmente il numero 1 sull'auto per l'anno prossimo. Tornando al vincitore di gara, Michelisz ha fatto una corsa in stile Sebastian Vettel: fin dallo spegnimento dei semafori, la Civic arancio-nera del team Zengo ha preso il largo e alla fine ha gestito il vantaggio. "Un giorno incredibile - ha spiegato l'ungherese - l'auto era perfetta come ieri in qualifica. E' un sogno e sono contento per il team Honda, che vince in casa. Il momento chiave? Sicuramente i primi giri, dove ho sfruttato le gomme fresche e ho spinto al massimo per guadagnare il più possibile sugli inseguitori." Secondo gradino del podio per la Chevrolet-Bamboo di Alex MacDowall, che ha controllato la coppia RML Muller-Chilton, seguiti da Nash, con la seconda Chevrolet-Bamboo, Thompson, Huff, Coronel, Basseng e Monje, tutti in fila. Niente da fare per le Honda Civic Castrol di Gabriele Tarquini e Tiago Monteiro: l'italiano è dovuto rientrare con l'anteriore sinistra a terra, mentre il potoghese ha danneggiato la sua auto in un duello con Pepe Oriola. Le new-entry: Takuya Izawa, con la terza Honda-Castrol, termina 12°, a pieni giri assieme a Taniguchi, Yoshimoto, Kano e Badaraco, che occupano le posizioni dalla 17a alla 20a. Doppiati invece De Souza, Ng, Mak e Ho. LA GARA: Al via Michelisz prende il largo, seguito da MacDowall e da Muller, che passa il compagno di squadra Chilton. Monteiro parte bene ma alla curva 4 finisce largo e perde posizioni, passato da Tarquini, Oriola e Nash. Al giro numero quattro, Oriola approfitta di un lieve errore di Tarquini, che lascia la porta aperta all'ingresso della curva 1, e prova ad infilarsi. C'è il contatto con la Civic e Tarquini è bravissimo a controllare in controsterzo, mentre Nash, vedendo la bagarre, fa una bellissima mossa, infilandosi all'interno di Oriola nella curva successiva e superandolo. Non succede più niente, con le auto tutte in fila indiana (il circuito di Suzuka-versione corta non favorisce molto i sorpassi) fino al giro 18, quando Tiago Monteiro tenta il colpo su Oriola. I due si toccano un paio di volte, procedendo fianco a fianco, quando, alla curva 7, lo spagnolo stringe il portoghese, che prima si impunta in staccata, poi colpisce il pilone di gomme posto all'interno della variante. Monteiro deve rientrare ai box con l'auto danneggiata, mentre Oriola riceve un Drive-Through dai commissari, tra lo sconforto degli uomini del team Tuenti. Dietro a loro intanto è gran caos, con Thompson, Coronel, Huff, Bennani, Basseng e Monje che cercano di approfittare della situazione: Bennani finisce largo, mentre Huff, al ventunesimo giro, compie un gran sorpasso all'esterno, nella Curva 1, su Coronel. Sfortuna nera per il team Honda-Castrol, che, proprio durante la grande lotta tra Monteiro e Oriola, si vede rientrare ai box anche Tarquini con l'anteriore sinistra a terra. La gara termina con Michelisz comodamente in testa, seguito dal gruppetto di Cruze formato da MacDowall, che nell'ultimo giro si difende come può da qualche timido attacco di Muller, e da Tom Chilton.

WTCC SUZUKA - Gara 1

WTCC - Classifiche Mondiali

WTCC - Classifiche Trofei

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller , Norbert Michelisz , Alex MacDowall
Articolo di tipo Ultime notizie