Sonoma, Gara 1: Ecco la prima di Chilton!

Sonoma, Gara 1: Ecco la prima di Chilton!

Partito dalla pole, il pilota della Cruze RML batte Monteiro e Muller. Tarquini sesto davanti a Coronel.

Gara 1 sul circuito californiano di Sonoma che viene conquistata meritatamente da Tom Chilton: il pilota della Chevrolet Cruze RML, partito dalla pole, ha mantenuto la posizione sin dalla prima curva conducendo autorevolmente per tutti i 13 giri. "Fantastico! - ha detto un sorridentissimo Chilton al traguardo - Un'altra grande emozione dopo la pole di ieri! E' la mia prima vittoria e sono davvero contento perchè ho battuto due avversari fortissimi come Tiago (Monteiro) e Yvan (Muller)." Secondo posto dunque per un concreto Tiago Monteiro con la Honda Civic-Castrol, che al semaforo verde ha approfittato di un'incertezza di Yvan Muller per passarlo e mettersi subito nella scia di Chilton, senza però riuscire ad impensierirlo ulteriormente. Per Muller invece, un terzo posto di "saggezza", col francese che pensa (giustamente) a raggranellare i punti necessari per vincere il Titolo Mondiale, senza correre ulteriori rischi. Quarta e quinta piazza per le due Chevrolet del Team Bamboo Engineering guidate da MacDowall e Nash, che hanno preceduto il compagno di squadra di Monteiro Gabriele Tarquini. Bella risalita di Tom Coronel, settimo, aggressivo e combattivo sin dal via, che ha avuto la meglio su Rob Huff dopo una lunga lotta. Subito dietro al campione del mondo in carica, l'altra Seat Leon di Marc Basseng, con Stefano D'Aste alle loro spalle che con la BMW completa la Top10. Undicesimo Pepe Oriola, scivolato indietro dopo un errore alla curva 4 e ritrovatosi in bagarre con la Leon di Boardman (dodicesimo). Dopo la penalty che lo ha costretto a partire dal fondo, Michel Nykjaer ha concluso 13°, mentre non è riuscita la rimonta a Norbert Michelisz, dopo la sostituzione del motore sulla sua Civic, con l'ungherese che è arrivato 22°. In difficoltà e a denti strettissimi i piloti Lada: Thompson si è difeso strenuamente, concludendo 15°, mentre il suo compagno di squadra, Mikhail Kozlovskyi, è passato 21° sotto la bandiera a scacchi. LA GARA: Il circuito di Sonoma, stretto, tortuoso e ricco di curve, non è il tipo di tracciato che consente sorpassi facili. Nonostante il Mondiale Turismo sia un campionato sempre molto combattuto per lo spettacolo che i piloti offrono ad ogni appuntamento, in questa Gara 1 le uniche emozioni sono state al semaforo verde e in qualche duello durante i 13 giri in programma. Al via, Tom Chilton mantiene la testa della corsa, con Monteiro che si infila all'interno di Muller e prova subito ad impensierire il britannico. Oriola sbaglia in uscita della curva 3 e perde ben sei posizioni, mentre più indietro, nello stesso punto, Bennani finisce in testacoda, rientrando in mezzo alla pista e creando un po' di scompiglio nel gruppone. Da qui in avanti non succede molto, con Chilton che inizia a prendere il largo, Monteiro che insegue e Muller che decide di restare comodamente terzo, senza correre inutili rischi e pensando soprattutto alla classifica Mondiale. Al terzo giro Darryl O'Young rientra ai box per un problema tecnico sulla sua BMW, mentre si crea un trenino di auto formato da Huff, Coronel, Basseng, D'Aste, Oriola e Boardman. Coronel cerca in tutti i modi di passare la Seat Leon numero uno, incrociando le traiettorie e toccando tre volte nel posteriore l'auto dell'avversario. Nel frattempo anche più indietro, si forma un gruppetto agguerrito, con Thompson che si vede incalzato da Engstler, Nykjaer, Valente, Monje e Bennani. All'undicesimo giro, Nykjaer, approfittando di un po' di scompiglio creato da un tentativo andato a vuoto di Engstler su Thompson, si infila e passa entrambi gli avversari, con Valente e Monje che si mettono alle spalle il tedesco della BMW. Tutto ciò, consente l'aggancio anche da parte di Barth e Ng, che però si accodano solamente. Un giro più tardi, Hugo Valente riesce a sopravanzare Thompson, mentre Fernando Monje corre un grosso rischio tagliando troppo il cordolo della curva 8 e ritrovandosi su due ruote: lo spagnolo riesce comunque a mantenere il controllo della sua Leon. Stessa identica mossa l'aveva fatta due giri prima anche Tom Boardman, nel tentativo di sopravanzare Pepe Oriola, ma senza riuscire a completare l'azione di sorpasso. Si arriva dunque alla bandiera a scacchi, con Chilton, Monteiro e Muller in solitaria, Coronel che si mette alle spalle Huff, e i due grupponi in fila indiana, tranne Fredy Barth che tenta la beffa su Monje in volata, non riuscendo però nell'intento per soli 12 millesimi. Gara 2 partirà alle 23;20 ora italiana.

WTCC Sonoma - Gara 1

WTCC Sonoma - Griglia di Partenza per Gara 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Tiago Monteiro , Yvan Muller , Tom Chilton
Articolo di tipo Ultime notizie