Slovakia Ring, Qualifica: Michelisz pole a sorpresa!

Slovakia Ring, Qualifica: Michelisz pole a sorpresa!

Il magiaro precede le Seat di Dudukalo e Tarquini. Solo sesta la Chervolet di Muller

Colpo di scena nelle qualifiche del WTCC allo Slovakia Ring: Norbert Michelisz conquista la pole position con la BMW 320 TC al termine di una combattutissima Q2 che proietta l'ungherese della Zengo Motorsport al vertice di una graduatoria che non vede le favorite Chevrolet ufficiali nella zona punti. Michelisz con il tempo di 2'12”990 è l'unico pilota a sfondare il muro del 2'13” e coglie la sua prima pole nel mondiale turismo dopo cinque stagioni nella categoria. La partenza al palo frutta al magiaro anche cinque preziosi punti nella classifica assoluta. In prima fila si registra un'altra sorpresa: Aleksei Dudukalo con la Seat Leon WTCC del team Luk Oil centra il secondo tempo grazie ad un superbo 2'13”076 che lo porta di 61 millesimi di secondo davanti a Gabriele Tarquini: il russo dimostra di essere molto veloce quando riesce a non sbattere (cosa che succede troppo spesso), tanto che si è messo alle spalle l'abruzzese che resta il capitano della squadra che è sostenuta dal personale di Seat Motorsport. A completare le novità c'è da segnalare la quarta posizione di James Nash con la Ford del team Aon: l'inglese conferma la crescita della Focus S2000 che è in grado di sfidare le regine del WTCC ora che è potuta dimagrire di peso avendo portato a norma le sospensioni che ora sono perfettamente a norma. Il pilota della Ford si è assicurato la seconda fila con un margine di soli 5 millesimi sul portoghese Tiago Monteiro quinto con la Sr Leon 1.6 Turbo. Soltanto sesto Yvan Muller che si conferma il primo delle Cruze 1.6 Turbo ufficiali. L'alsaziano con 2'13”366 è arrivato a un batter di ciglia dalla zona punti, ma il francese mantiene comunque 24 punti di margine sul compagno di squadra Alain Menu, perché lo svizzero è finito solo nono nella classifica finale: l'elvetico deve aver fatto qualche calcolo per partire in prima fila in Gara 2, grazie all'inversione della griglia dei primi 10 di Q2. In ombra anche Robert Huff con l'altra Chevrolet ufficiale: l'inglese è solo settimo, rimandando quello che doveva essere l'inizio della sua riscossa. Ci si aspettava di più da Pep Oriola che è stato il più veloce nella Q1 con la Seat Leon WTCC, ma il giovane spagnolo si è plafonato non riuscendo a ripetere nel turno decisivo il tempo precedente (2'13”301) peggiorando la sua prestazione di oltre tre decimi. Chi cercherà di capitalizzare il decimo posto assoluto sarà Stefano D'Aste che partirà in pole position in Gara 2: l'italiano ha la possibilità di difendere il quinto posto assoluto nella classifica del campionato dabanti a Tarquini e Oriola con la BMW 320 TC del team Wichers Sport. Nell Q2 sono entrati anche Tom Chilton con la seconda Ford Focus e Alberto Cerqui con la BMW 320 TC della Roal Motorsport. L'italiano ha fatto meglio di Tom Coronel che non ha saltato la prima tagliola: l'olandese ha dovuto abortire il giro buono con le gomme nuove per la bandiera rossa espsosta a pochi secondi dalla fine per spostare la vettura di Engstler che era in posizione pericolosa. Domani l'appuntamento per Gara 1 è alle 14,20.

WTCC - Slovakia Ring - Q2

WTCC - Slovakia Ring - Q1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Articolo di tipo Ultime notizie