Monteiro: "Ora sappiamo che possiamo fare bene ovunque"

In casa Honda c'è grandissima carica in vista delle gare di Budapest, dove il portoghese continua la rincorsa al Mondiale, Michelisz vorrà fare bene davanti al suo pubblico e Michigami proseguire la sua crescita.

Monteiro: "Ora sappiamo che possiamo fare bene ovunque"
Podio: Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Conferenza stampa, Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Castrol Honda World Touring Car Team
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, sulla griglia di partenza
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC

I bei risultati ottenuti da Tiago Monteiro a Monza hanno dato una bella iniezione di fiducia a tutto il Castrol Honda World Touring Car Team, che nel weekend sarà di scena all'Hungaroring di Budapest per l'evento magiaro del FIA World Touring Car Championship.

Per la prima volta le Civic WTCC si troveranno a dover caricare 80kg di zavorra legati ai pesi di compensazione, ma la cosa non spaventa particolarmente il portoghese e i suoi compagni di squadra.

"Dopo aver fatto così bene a Monza, una pista dove non credevo assolutamente di poter riuscire a salire due volte sul podio, penso che ora tutto possa essere possibile - ha detto Monteiro - L'Hungaroring si adatta perfettamente alle caratteristiche della Honda e viceversa, ovviamente con 80kg di peso in più non avremo un weekend facile, ma dobbiamo cercare di prendere il massimo dei punti possibili ovunque, lottando per podi e vittorie dappertutto. Solo così potremo continuare a combattere per il titolo".

Per Norbert Michelisz le emozioni sono molto diverse, dato che si ritroverà a correre davanti al proprio pubblico, come sempre numerosissimo e rumoroso.

"La gara di casa è quella che più attendo ogni anno - ammette l'ungherese -All'Hungaroring ci sono i migliori fan del WTCC e a migliaia vengono per sostenermi, per questo vorrei regalargli una vittoria e avvicinarmi alla vetta della classifica mondiale. Con 80kg di zavorra a bordo sarà tutto molto più difficile, ma la Honda è una vettura molto ben bilanciata e posso essere competitivo ugualmente".

Ancora alle prese con il suo percorso di crescita Ryo Michigami, il quale non è affatto preoccupato nonostante le prime uscite stagionali non lo abbiano visto particolarmente baciato dalla Dea Bendata.

"Né a Marrakech e né a Monza quanto di buono fatto nelle prove si è poi tramutato in risultato in gara - ha detto il giapponese - Per questo sono molto motivato e vorrei ottenere delle belle prestazioni in Ungheria, aiutando così la squadra a lottare per il Mondiale Costruttori. Gli 80kg extra non ci aiuteranno, ma abbiamo provato molto nei test pre-stagione sotto questo aspetto e anche a Budapest sarò lì per continuare ad imparare. La pista mia piace e non vedo l'ora di cominciare".

condividi
commenti
Guerrieri: "Abbiamo dimostrato di saper lavorare bene"

Articolo precedente

Guerrieri: "Abbiamo dimostrato di saper lavorare bene"

Articolo successivo

Carica Volvo: "La zavorra non ci spaventa, siamo forti lo stesso"

Carica Volvo: "La zavorra non ci spaventa, siamo forti lo stesso"
Carica i commenti