Michelisz vince, Monteiro in testa al Mondiale: "Facciamo un passo per volta"

Il weekend di Vila Real ha visto i piloti Honda ritrovare i sorrisi che mancavano da tempo grazie ad una Civic WTCC molto forte e alla grinta mostrata lungo le stradine del Portogallo. Il neo resta la sfortuna di Michigami.

Michelisz vince, Monteiro in testa al Mondiale: "Facciamo un passo per volta"
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Polesitter Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC

La vittoria di Norbert Michelisz e il doppio podio di Tiago Monteiro nelle gare del WTCC in Portogallo hanno riportato l'entusiasmo in casa Honda.

Le Civic WTCC del Team Castrol sono state grandi protagoniste lungo le stradine del tracciato portoghese, dove "Norbi" si è portato a casa il primo successo stagionale tornando in corsa per il titolo Mondiale, mentre il suo compagno di squadra e idolo locale ha fatto contento il proprio pubblico con un secondo ed un terzo posto fra Opening Race e Main Race, tornando in vetta alla classifica piloti.

"Dopo le qualifiche, sapevo che avevo una vettura in grado di vincere la Main Race - ha dichiarato Michelisz - La mia partenza nella Opening Race non è stata il massimo, so che debbo migliorare sotto questo aspetto. Nella seconda gara è andata bene, poi ho visto Huff stallare e creare scompiglio; questo mi ha consentito di scappare via. Dal secondo giro in poi si è trattato di non commettere errori. Fare il "joker lap" non è stato semplice perché eravamo d'accordo di effettuarlo presto, mentre secondo me bisognava aspettare il momento migliore per poi restare davanti".

"Sono contento perché questo risultato mi dà fiducia in vista del resto della stagione, specialmente la pole position in qualifica. Intanto mi godo la vittoria, poi pensiamo all'Argentina. Dovrò rimettermi fisicamente, in questi giorni non sono stato bene, il mio stomaco era sottosopra, ma in gara non ho avuto problemi per via dell'adrenalina".

Monteiro ha invece centrato un secondo ed un terzo posto partendo da centro gruppo; ora è di nuovo il punto di riferimento del Mondiale.

"Ho portato a casa quel che ho potuto, se non parti in pole qui è difficile vincere, ma nulla è deciso fino alla bandiera a scacchi. Dopo le qualifiche sapevamo che era importante prendere più punti possibili per il campionato cercando di recuperare dal settimo e dal quarto posto in griglia. Ho provato a dare spettacolo, arrivare fra i primi tre mi manda al settimo cielo perché non era semplice superare. Penso che il "joker lap" ci abbia dato una mano e sia stato un successo, in futuro tornerà utile".

"E' bello tornare al comando del Mondiale, siamo tutti molto vicini e noi abbiamo raggiunto l'obiettivo di questo weekend. Sapevamo di avere una buona macchina, "Norbi" ha fatto un lavoro fantastico sfruttando al meglio la pole position, sono proprio soddisfatto. Dovremmo correre qui tutte le domeniche".

"Il pubblico ti dà grandi motivazioni e io voglio sempre andare al limite. So quando c'è da rischiare e quando no, stavolta ci ho provato e ha pagato, ma penso che tutti siano d'accordo nel dire che l'atmosfera fosse caldissima. Ovviamente facevano tutti il tifo per me, ma a loro piace il campionato in generale, ve lo assicuro. Gli organizzatori di Vila Real hanno messo in piedi una gara fantastica ed è questo lo spettacolo che serve al WTCC. Sono mesi di lavoro, venire qui non è semplice dal punto di vista logistico, per quanto mi riguarda ringrazio tutti quelli che lavorano con me. Dopo il disastro della Germania, ora siamo nuovamente in corsa per il titolo, ma è una cosa che si raggiunge facendo un passo alla volta. Contro questi avversari non sarà semplice".

Poteva essere una domenica di gloria anche per Ryo Michigami, ma ancora una volta il giapponese è incappato in problemi che gli hanno fatto sfumare i sogni nati grazie alla pole position della griglia invertita del primo round.

"Nella Opening Race sono partito molto bene ed è stato bello condurre per la prima volta una gara del WTCC - ha detto il veterano dell'Honda Racing Team JAS - Peccato che sia durato così poco. C'è stato un problema con un sensore dell'acceleratore che prima mi è costato la leadership e poi è peggiorato. In uscita dalla chicane ero lentissimo e poi una Volvo mi ha toccato provocandomi una foratura. Il poco tempo fra le due gare non ha consentito riparazioni nel tempo limite e quindi sono dovuto partire dalla pit-lane per la Main Race. A parte tutto ciò, mi sono sentito a mio agio con l'auto in questo weekend come non mai e questo mi dà fiducia per il prosieguo dell'anno".

Il Team Principal Alessandro Mariani ha aggiunto: "Sono contentissimo perché il weekend è andato molto bene. Abbiamo dimostrato che la nostra vettura era veloce anche su questa pista, con "Norbi" e Tiago che hanno preso punti pesanti. E' stato bello vedere Michelisz vincere, non stava bene fisicamente e ha sofferto parecchio. Per Monteiro i due podi significa ritrovare la vetta della classifica Mondiale quando siamo a metà stagione ormai. Mi dispiace molto per Ryo, ogni volta che accade qualcosa si verifica sulla sua macchina, è molto sfortunato. In generale, però, per tutto il team è stato un bel fine settimana che ridà una spinta al morale dopo il deludente viaggio in Germania del mese scorso".

 

condividi
commenti
La Main Race di Vila Real è di un Norbert Michelisz perfetto

Articolo precedente

La Main Race di Vila Real è di un Norbert Michelisz perfetto

Articolo successivo

Bennani: "Sto dando fastidio a chi lotta per il titolo"

Bennani: "Sto dando fastidio a chi lotta per il titolo"
Carica i commenti