La Main Race di Vila Real è di un Norbert Michelisz perfetto

L'ungherese non sbaglia nulla e trionfa con la sua Honda davanti a Björk e Monteiro (leader del Mondiale), nuovamente a podio. Catsburg resiste ad Huff, che sbaglia al via, punti anche per Guerrieri e Girolami, indietro le LADA.

La Main Race di Vila Real è di un Norbert Michelisz perfetto
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Rob Huff, All-Inkl Motorsport, Citroën C-Elysée WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Rob Huff, All-Inkl Motorsport, Citroën C-Elysée WTCC
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Esteban Guerrieri, Campos Racing, Chevrolet RML Cruze TC1
Aurelien Panis, Honda Team Zengo, Honday Civic WTCC
Manuel Fernandes, RC Motorsport, Lada Vesta
Esteban Guerrieri, Campos Racing, Chevrolet RML Cruze TC1
Aurelien Panis, Honda Team Zengo, Honday Civic WTCC
Rob Huff, All-Inkl Motorsport, Citroën C-Elysée WTCC
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Thed Björk, Polestar Cyan Racing, Volvo S60 Polestar TC1
Yvan Muller, Polestar Cyan Racing
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tom Chilton, Sébastien Loeb Racing, Citroën C-Elysée WTCC

Norbert Michelisz si porta a casa la Main Race del WTCC in Portogallo al termine di una gara che ha visto l'ungherese condurre dal primo giro fino alla bandiera a scacchi senza commettere un errore.

Il pilota del Castrol Honda WTCC Team ha sfruttato al meglio la partenza dalla pole position e ha tagliato il traguardo vittorioso al volante della sua Civic WTCC dopo 13 tornate da brividi lungo i muretti di Vila Real.

"Norbi" ha preceduto un ottimo Thed Björk, al secondo podio di giornata e ancora il migliore dei piloti Polestar Cyan Racing al volante della sua Volvo S60 TC1.

Nuovo sorriso per Tiago Monteiro: l'idolo locale è terzo e grazie a questo risultato il pilota della Honda torna in testa al Mondiale soffiando il primato a Nicky Catsburg (Volvo) che si classifica quarto.

Rob Huff è invece solo quinto in una gara macchiata dalla partenza "stallata" dal britannico, che era in prima fila al fianco di Michelisz. Il ragazzo della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport riesce comunque a riportare la sua Citroën C-Elysée WTCC in Top5 e a vincere nel WTCC Trophy, mettendosi alle spalle con grinta le Citroën C-Elysée WTCC della Sébastien Loeb Racing condotte da Tom Chilton e Mehdi Bennani.

Esteban Guerrieri piazza la Chevrolet RML Cruze TC1 della Campos Racing ottava superando per un soffio nel finale la Volvo di Néstor Girolami e la Citroën C-Elysée WTCC di John Filippi, il quale completa la zona punti inseguito dalle LADA Vesta TC1 di Yann Ehrlacher e Kevin Gleason (RC Motorsport).

Tredicesimo Ryo Michigami, partito dalla pit-lane per le riparazioni effettuate sulla sua Honda dopo la prima gara. Il giapponese ha preceduto Dániel Nagy (Honda, Zengő Motorsport) e la LADA di Manuel Fernandes (RC Motorsport).

Fuori Aurélien Panis (Zengő Motorsport), che ha toccato le barriere danneggiando la sua Honda.

IL FILM DELLA GARA

Michigami parte dalla pit-lane per via delle riparazioni che i meccanici Honda-JAS debbono effettuare sulla sua Civic, danneggiata nella prima gara.

Michelisz parte benissimo dalla pole, Huff stalla e viene superato dal gruppo, con Björk secondo davanti a Monteiro, Catsburg, Chilton, Bennani, Girolami, Guerrieri, Ehrlacher e Filippi. "Huffy" comincia a lottare e si riporta all'undicesimo posto dopo aver passato le LADA di Gleason e Fernandes.

Il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport comincia ad insidiare anche Filippi, mentre i primi cinque sono racchiusi in appena 2"5. Il gruppetto formato da Bennani, Girolami e Guerrieri è più staccato, poi abbiamo Ehrlacher, Filippi ed Huff.

Al giro 3 comincia il valzer dei joker lap, con Chilton e Filippi a toglierselo subito di torno; il britannico mantiene la quinta piazza, il suo compagno di squadra francese invece si ritrova undicesimo. Anche Panis e Nagy passano dal percorso alternativo.

Quarto giro e joker lap effettuato da Monteiro e Catsburg fra quelli di testa, poi da Guerrieri ed Ehrlacher, con questi ultimi due che si ritrovano nono e undicesimo, divisi da Filippi.

Michelisz continua a condurre, ma Björk è sempre vicinissimo e spesso blocca in frenata. La coppia va al joker lap al giro 6 e rientra proprio davanti a Monteiro e Catsburg. Come loro fa anche Huff, ottavo.

All'appello mancano solamente Bennani e Girolami che occupano la sesta e settima piazza. I due effettuano il loro passaggio al settimo giro, ma rientrano dietro ad Huff.

Arriviamo a metà gara: Michelisz ha 0"7 su Björk, Monteiro li insegue a 2" con Catsburg, Chilton, Huff, Bennani, Girolami, Guerrieri e Filippi a completare la zona punti, fuori dalla quale ci sono Ehlracher, Panis, Gleason, Fernandes, Michigami e Nagy.

Huff continua a spingere come un dannato facendo segnare per tre giri consecutivi il record. Intanto Michigami supera Fernandes nella lotta per il quindicesimo posto. Panis sfiora il muretto al decimo giro e rompe la sospensione anteriore destra, dovendo ritirarsi.

Al dodicesimo giro Huff supera di forza Chilton alla curva 23 e risale al quinto posto, poi insidia anche Catsburg, senza però riuscire a trovare un varco.

Michelisz festeggia davanti a Björk e Monteiro, entrambi al secondo podio di giornata. Guerrieri invece beffa Girolami alla curva 17 nella lotta per l'ottavo.

WTCC - Vila Real: Main Race

 

condividi
commenti
Un grande Bennani si aggiudica la Opening Race in Portogallo

Articolo precedente

Un grande Bennani si aggiudica la Opening Race in Portogallo

Articolo successivo

Michelisz vince, Monteiro in testa al Mondiale: "Facciamo un passo per volta"

Michelisz vince, Monteiro in testa al Mondiale: "Facciamo un passo per volta"
Carica i commenti