Due Honda in pole position a Vila Real: "Abbiamo l'auto più veloce"

In Portogallo la Civic di Michelisz scatterà dalla prima casella nella Main Race grazie ad un giro incredibile compiuto dall'ungherese in qualifica, mentre Michigami sfrutta la griglia invertita. Amarezza per il problema a Monteiro.

Due Honda in pole position a Vila Real: "Abbiamo l'auto più veloce"
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Grid girl of Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Tiago Monteiro, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Ryo Michigami, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC
Norbert Michelisz, Honda Racing Team JAS, Honda Civic WTCC

Norbert Michelisz ha realizzato un giro fantastico nelle qualifiche del FIA World Touring Car Championship a Vila Real e si è portato a casa la pole position per la Main Race.

Il pilota del Castrol Honda World Touring Car Team è stato il penultimo ad entrare in azione nella Q3, ma è riuscito a fare meglio del suo compagno di squadra Tiago Monteiro, che lo aveva preceduto nella Q2. L’ungherese ha fermato il cronomentro sull’1’55″678 risultato irreplicabile per tutti.

Monteiro ha provato in tutti i modi a partire davanti, ma ha commesso un errore all’ultima curva sbandando vistosamente e quindi dovrà scattare dal quarto posto. Fra l'altro il portoghese ha anche sofferto per un problema ad un ammortizzatore accusato dalla sua Civic WTCC.

"Sono molto contento di questa pole position, ma non è stato semplice perché è dall'inizio del weekend che ho contratto un virus e il mio stomaco è sottosopra - ha rivelato l'ungherese - In Q2 e Q3 ho dato tutto quello che avevo, l'auto è stata veloce fin da subito e vedere che ci sono due Honda in pole position è proprio bello. L'auto si comporta bene su piste di caratteristiche diverse e questo ci dà fiducia per il prosieguo della stagione. Mi dispiace un po' per Tiago, senz'altro aveva la possibilità di partire davanti, ma sono sicuro che in gara rimonterà posizioni".

"Quando hai l'auto più veloce le cose sono più semplici e le strategie aprono a diverse possibilità. Dovremo pensare bene a cosa fare nella Opening Race, in un campionato così tirato ogni punto può fare la differenza, sono certo che con il "joker lap" possiamo recuperare posizioni. Nella Main Race sarà importante partire bene, poi vedremo cosa succederà, ovviamente potrebbero esserci incidenti e anche lì il "joker lap" potrebbe rimescolare le carte. Dobbiamo scappare via subito".

Un po' di amarezza resta invece in bocca a Monteiro, che nel suo giro veloce della Q3 ha avuto dei problemi che non gli hanno permesso di andare oltre il quarto posto.

"Norbi ha fatto un lavoro fantastico e la nostra auto è stata veloce fin da inizio weekend - ha dichiarato l'idolo locale - Credevo nella pole position, sono stato il più veloce in Q2 e sapevo che c'erano margini di miglioramento. Purtroppo in Q3 qualcosa non è andato per il verso giusto, l'anteriore perdeva aderenza; forse avevo spinto troppo all'inizio, poi si è visto che c'erano problemi con un ammortizzatore. La sbandata all'ultima curva è stata dovuta alla perdita d'olio che finiva sulle ruote posteriori. Peccato perché i tempi non erano male e avrei potuto prendermi la prima fila sicuramente. E' chiaro che un po' mi secca la cosa, ma comunque termino in Top5 e in gara tutto può succedere. Spero che il "joker lap" mi aiuti a guadagnare posizioni".

"La lotta per il campionato resta apertissima, ho perso 40 punti in un solo weekend in Germania e questo significa che ogni gara non va sottovalutata. Ogni punto conta qualcosa, bisogna prendersi dei rischi se vuoi salire sul podio, ma anche pensare al titolo e non è semplice".

Nella Opening Race la pole position è andata a Ryo Michigami, classificatosi decimo al termine della Q2 e quindi davanti a tutti grazie alla griglia invertita del primo round.

"E' fantastico, la scorsa settimana ho svolto dei test in Italia concentrandomi molto sullo stile di guida e questo mi ha aiutato a gestire meglio il sottosterzo - ha detto il giapponese - Penso sia un bellissimo risultato per il team, non ero mai stato a Vila Real, ma ho raggiunto la Top10 in tutte le sessioni di libere e qualifica. Ovviamente l'obiettivo per la Opening Race è vincere. Il "joker lap" aumenterà le incognite, ma abbiamo un'auto molto forte e possiamo fare bene".

 

condividi
commenti
Pole per un imprendibile Norbert Michelisz in Portogallo

Articolo precedente

Pole per un imprendibile Norbert Michelisz in Portogallo

Articolo successivo

Björk: "Le Honda sono veloci, dobbiamo studiare qualcosa"

Björk: "Le Honda sono veloci, dobbiamo studiare qualcosa"
Carica i commenti