Björk: "Se dovesse arrivare il Mondiale sarà grazie anche a Muller"

Lo svedese della Volvo, che è in piena corsa per il titolo, ha sottolineato l'importanza del ruolo di collaudatore ufficiale che il francese ha assunto alla Cyan Racing.

La rincorsa al titolo WTCC è partita già nello scorso inverno, quando la Polestar Cyan Racing ha deciso di ingaggiare Yvan Muller come collaudatore ufficiale.

Il francese 4-volte Campione del Mondo Turismo, ha portato ai massimi livelli la Volvo S60 TC1 che quest'anno Thed Björk, Nicky Catsburg e Néstor Girolami stanno guidando con ottimi risultati nel Mondiale.

Mentre l'argentino Girolami non ha avuto molta fortuna fino ad oggi, l'olandese Catsburg e lo svedese Björk sono invece riusciti a trionfare al volante di una Volvo che è in piena corsa per i titoli piloti e costruttori.

E proprio Björk, parlando con Motorsport.com, ha voluto sottolineare l'importanza del lavoro svolto da Muller, che dopo il ritiro dalle corse ha deciso di intraprendere una nuova avventura.

"Quanto è importante la presenza di Yvan nel team? Tantissimo, ma è una risposta facile da dare - ha dichiarato Björk, che attualmente si trova secondo in classifica a -12 dalla vetta occupata da Tiago Monteiro - Penso che sia uno dei migliori piloti delle corse turismo in tutto il mondo e ha avuto modo di sviluppare diverse auto portandole poi a vincere il titolo. Ha grandissima esperienza e sono orgoglioso che sia con noi. Non potrei essere più contento di così, penso che se dovessimo riuscire a laurearci Campioni, sarebbe anche grazie a lui".

Dichiarazioni raccolte da Federico Faturos

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller , Thed Björk
Team Polestar Cyan Racing
Articolo di tipo Intervista