Phillip Island, Day 1: sempre Carlos Checa in vetta

Phillip Island, Day 1: sempre Carlos Checa in vetta

Miglioramenti importanti per Biaggi e Melandri. Haslam a rischio per il weekend

Carlos Checa ha ripreso i test di Phillip Island da dove li aveva lasciati la settimana scorsa: davanti a tutti. Al campione del mondo in carica è bastata la sessione mattutina per spingere la sua Ducati fino ad un tempo di 1'31"947, lontano appena di un decimo rispetto a quello messo a segno nei test privati di qualche giorno fa. I 6 kg di peso in più con cui deve fare i conti la sua 1198 quindi non sembrano essere assolutamente un problema, almeno sulla pista australiana, che nel fine settimana ospiterà il primo round del Mondiale Superbike 2012. Lo spagnolo, infatti, è stato l'unico pilota capace di infrangere il muro dell'1'32". Alle sue spalle, staccati di un paio di decimi, troviamo i suoi due rivali principali della stagione 2011, ovvero Max Biaggi e Marco Melandri. Entrambi sono riusciti a migliorare le loro prestazioni nella sessione pomeridiana, ma a sorprendere è stato soprattutto il ravennate, che rispetto a qualche giorno fa ha incrementato davvero tanto il feeling con la sua BMW S1000RR. In casa BMW però non è tutto rose e fiori, perchè nel corso della sessione mattutina Leon Haslam è caduto ad altissima velocità all'uscita dell'ultima curva, provocandosi la frattura del malleolo tibiale, che molto probabilmente lo terrà lontano dalla prima gara del campionato. Un vero peccato visto che comunque il britannico ha chiuso la giornata al quinto posto, alle spalle della Honda del connazionale Jonathan Rea. Rispetto ai test privati è parso leggermente più in difficoltà Tom Sykes, che questa volta si è dovuto accontentare del sesto tempo a mezzo secondo con la sua Kawasaki, precedendo un terzetto di Ducati composto da Sylvain Guintoli, Niccolò Canepa e Jakub Smrz. Dietro di loro completa la top ten l'altra ZX-10R ufficiale di Joan Lascorz. Attardate invece le due moto della BMW Motorrad Italia, con Michel Fabrizio che non è riuscito ad andare oltre al 12esimo crono ed Ayrton Badovini addirittura 19esimo. In crescita Davide Giugliano e Lorenzo Zanetti, che hanno chiuso rispettivamente in 14esima e 16 piazza. La schiera dei piloti italiani è poi chiusa da Raffaele De Rosa, 21esimo. Scontata l'assenza della seconda Aprilia ufficiale di Eugene Laverty: il pilota irlandese sta cercando di recuperare dalla frattura alla mano sinistra rimediata nei test privati, ma ovviamente per farlo in tempo per il weekend (non sarà facile) dovrà stare a riposo in questi due giorni.

World Superbike - Phillip Island - Test Collettivi - Day 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Carlos Checa
Articolo di tipo Ultime notizie