La Honda fa ancora fatica con la nuova elettronica

La Honda fa ancora fatica con la nuova elettronica

Rea e Haslam vedono un grande potenziale, ma non riescono ancora a sfruttarlo

I verdetti dei test di Motorland Aragon sembrano essere stati almeno un paio: se da una parte hanno certificato la forma ritrovata di Tom Sykes, dall'altra hanno reso piuttosto evidenti le difficoltà della squadra ufficiale Honda. Jonathan Rea e Leon Haslam si sono visti rifilare oltre un paio di secondi dal vice-campione del mondo in carica e continuano a faticare a trovare la giusta messa a punto per la nuova elettronica sviluppata dalla HRC, che non ha ancora portato i benefici sperati alle loro CBR1000RR. "Abbiamo fatto un confronto tra la nuova elettronica e quella adottata lo scorso anno, si vede che c’è del grande potenziale, ma non siamo ancora riusciti a risolvere i problemi incontrati in Australia" ha confermato Rea, che poi ha rivelato che la sua squadra effettuerà due giorni di test extra tra domenica e lunedì: "Ci restano ancora due giorni di prove ad Alcarras per trovare una soluzione e sono ottimista: tutta la squadra è al lavoro con ragazzi preparati che sanno come intervenire per porre rimedio a questa situazione". Anche la visione di Haslam sembra essere allineata a quella di Johnny: "La nuova elettronica sicuramente ha del potenziale: il problema non è se riusciremo a farla andare meglio rispetto alla precedente versione, ma quando. Speriamo il più presto possibile! Qui ad Aragon abbiamo fatto tante prove e abbiamo anche scoperto diversi “bug” del sistema, che non dovrebbero ripresentarsi più nei prossimi test ad Alcarras".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Leon Haslam , Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie