Rea: "Il mio non è stato un giro perfetto"

Nonostante la pole, il britannico ha ammesso di aver fatto errori in entrambi i tentativi di Qualifica in Superpole 2

Rea:

Jonathan Rea ha confermato di trovarsi a meraviglia in sella alla sua nuova Kawasaki Ninja cogliendo a Buriram la seconda pole consecutiva in appena due Qualifiche disputate in sella alla "verdona". Il pilota britannico è stato abile a sfruttare al meglio le gomme soffici per beffare il connazionale Leon Haslam e portare a casa la partenza al palo. 

Rea è riuscito a fermare il cronometro in 1'33"382, tempo rimasto inalterato in quanto nessuno è più riuscito a fare meglio. Difficile pensare a un avvio migliore per quanto riguarda l'ex pilota Honda, il quale divene turno dopo turno il pilota di riferimento del team ufficiale Kawasaki, date anche le difficoltà di Tom Sykes.

"Il mio non è un segnale al campionato e nemmeno un principio di fuga - ha dichiarato un raggiante Rea al termine della Superpole 2 - ma certamente mi trovo molto a mio agio in sella alla Kawasaki. Devo dire però di aver commesso vari errori nel mio primo tentativo di assalto alla pole position, mentre nel secondo ho fatto tutto bene sino al quarto settore, poi ho commesso un errore vistoso, dunque avrei potuto fare meglio di quanto ho mostrato. Siamo messi bene per le gare di domani e dovremo stare attenti all'Aprilia di Haslam e alla Suzuki di Alex Lowes".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie