La costola incrinata di Biaggi va meglio del previsto

La costola incrinata di Biaggi va meglio del previsto

Max non ha sentito troppo dolore nella prima giornata di prove a Misano

Partito col piede giusto sin dalle libere del mattino col secondo tempo, praticamente incollato al capofila Checa (11 millesimi il gap), Max Biaggi ha ripetuto la bella prestazione nelle prime crono del sesto appuntamento iridato. Secondo tempo dietro al leader della classifica e buone sensazioni per il lavoro sin qui svolto. "E' stata la solita giornata di lavoro del venerdì - ha commentato Max - Misano è una pista che conosciamo bene essendo il nostro circuito di test e ricerca. Così, più o meno, siamo esattamente dove pensavamo di essere. C'erano molte aspettative sulle nuove coperture annunciate per questo weekend ma alla prova dei fatti non hanno cambiato granché. Non mi sono parse così tanto migliorative, almeno non quanto ci si aspettava". Nella prima giornata di prova ha risposto meglio del previsto la costola di Max, ancora dolorante dopo l'incidente della gara americana: "Temevo peggio. Forse mi ha aiutato l'aver indossato oggi, per la prima volta, una tuta con sistema airbag di ultima generazione. Mi ha aiutato a sentirmi più protetto e quindi più tranquillo. E' una bella mano ". Oggi il Paddock di Misano è stato teatro di una iniziativa di beneficenza che ha visto Max Biaggi protagonista: il casco APEX Edizione Limitata è stato battuto all'asta su e-Bay e il ricavato devoluto all'Associazione benefica Andrea Tudisco (www.assandreatudisco.org) che assiste bambini con patologie da lungodegenza e della quale il cinque volte campione mondiale è fondatore e sostenitore. Il casco, prodotto da Suomy e disegnato da Bargy Design, è stato creato appositamente per celebrare la vittoria di Max nel Mondiale Superbike 2010; oggi è stato autografato e consegnato dallo stesso Biaggi a Pasquale Talia, che se l'è aggiudicato nell'asta benefica. Leon Camier, dopo un incoraggiante quinto crono nelle libere del mattino si è un po' perso nel pomeriggio, complice anche una innocua scivolata, non riuscendo a far meglio del tredicesimo tempo, a quasi un secondo dal primo. Il circuito di Misano non è certo il tracciato preferito dall'inglese del team Aprilia che però, avendo molto lavorato al mattino provando assetti e soluzioni diverse sulla sua RSV4, confida di migliorarsi nella decisiva giornata di domani. "Stamani avevo iniziato proprio bene - è stato il commento di Leon Camier - soprattutto considerando che questo non è certo il mio tracciato preferito. Poi però, con un setting leggermente diverso ho perso il feeling con la moto, l'anteriore è diventato più instabile. Ora è tutto un po' difficile, devo concentrarmi per individuare il problema e risolverlo. Naturalmente, e come sempre, ce la metteremo tutta".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Max Biaggi , Leon Camier
Articolo di tipo Ultime notizie