I tempi di recupero di Jonathan Rea si allungano

I tempi di recupero di Jonathan Rea si allungano

Gli è stato diagnosticato anche un danneggiamento del legamento scafo-lunare del polso destro

L'operazione di un paio di giorni fa ha portato delle notizie decisamente poco piacevoli a Jonathan Rea. In seguito alla frattura del radio del braccio destro e della clavicola sinistra, rimediate nella caduta avvenuta nel warm up di Misano, il portacolori della Honda Ten Kate si è recato a Manchester per andare sotto ai ferri del dottor Mike Hayton, uno specialista della mano. Purtroppo per Johnny, quest'ultimo ha riscontrato un danneggiamento del legamento scafo-lunare del polso destro, immediatamente trattato nell'intervento di due giorni fa, che originariamente prevedeva invece solo l'inserimento di una vite nel radio. "Ero abbastanza affranto quando ho ricevuto la notizia dopo l'operazione, perché significa che dovrò sottopormi ad una riabilitazione più lunga di quella preventivata" ha spiegato Rea. "E' difficile, ovviamente, ed io sono a pezzi, ma ho a disposizione un ottimo staff e sono sicuro che riceverò tutto il supporto necessario per poter tornare al meglio". Il suo rientro a Brno, che sembrava possibile fino a 48 ore fa, dunque sembra essere diventato un miraggio, anche perchè il pilota britannico vuole recuperare al 100% prima di tornare in sella: "Come ho già detto, voglio tornare in sella soltanto quando la mia condizione di forma sarà al 100%. Per questo motivo, al momento, non voglio pormi nessun orizzonte temporale di rientro. Semplicemente penserò a tornare al più presto in forma perfetta".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie