Checa va in Superpole anche a Donington

Checa va in Superpole anche a Donington

Il ducatista fa ancora il vuoto. Scintille tra Biaggi e Melandri, con tanto di faccia a faccia infuocato

Carlos Checa conferma il suo grande momento di forma, andando a centrare la sua seconda Superpole stagionale a Donington Park. Lo spagnolo della Ducati ha sparato un giro clamoroso a pochi minuti dalla bandiera a scacchi della Superpole 3, piazzando un 1'28"099 che è stato immediatamente chiaro che sarebbe stato irraggiungibile per tutti. Anzi, non fosse stato per una gomma da tempo che lo ha abbandonato abbastanza in fretta, il pilota del team Althea forse sarebbe anche riuscito a scendere sotto al muro dell'1'28". Uno strapotere certificato anche dal vantaggio che il leader del mondiale è riuscito a rifilare al diretto inseguitore Leon Haslam, staccato di quasi tre decimi con la sua BMW. La prima fila è poi completata dall'ottima Kawasaki di Tom Sykes e dall'altra Ducati di Jakub Smrz. Sono i protagonisti della seconda fila però che hanno regalato scintille: in quinta e sesta piazza scatteranno le due Aprilia RSV di Noriyuki Haga e Max Biaggi, con il giapponese che è stato polemico con il romano, che lo ha ostacolato nel corso di un giro che lo avrebbe potuto portare in prima fila. A scaldare ancora di più l'ambiente ci ha pensato però Marco Melandri, rimasto fuori dalla Superpole 3 proprio a causa di un'incomprensione con Biaggi (prima Max ha ostacolato Macio, poi c'è stata la risposta del ravvenate). Entrambi si sono lanciati accuse pesanti al termine delle prove, con tanto di faccia a faccia acceso in corsia box, che lascia presagire un duello infuocato nelle gare di domani. Tornando alla seconda fila, in questa c'è spazio anche per la terza Aprilia, cioè quella di Eugene Laverty e anche per la Castrol Honda di Jonathan Rea, che ha fatto del suo meglio per stare davanti nonostante i dolori che lo continuano ad infastidire in seguito all'infortunio rimediato nei test di Phillip Island. Oltre a Melandri, anche Michel Fabrizio è stato eliminato al termine della Superpole 2 e domani prenderà il via dall'undicesima piazza. Il pilota romano ha spiegato di avere bisogno di ancora un pò di tempo per affinare il feeling con la sua Suzuki, ma spera di poter ripetere le buone gare fatte vedere in Australia. Da segnalare, infine, la brutta caduta di cui è stato vittima Eugene Laverty: il pilota britannico è finito fuori pista nei pressi delle esse veloci e la sua Yamaha R1 è stata sbalzata in aria, ricadendogli molto vicina. Per fortuna per Eugene si è trattato però solo di un grande spavento.

World Sbk - Donington - Superpole

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Carlos Checa
Articolo di tipo Ultime notizie