Melandri: "Niente Aprilia per il veto di Biaggi"

Marco spiega che il contratto di Max non prevede la presenza di compagni di squadra italiani

Melandri:
Conquistandosi i galloni di vice-campione del mondo, Marco Melandri è stato senza dubbio una delle note positive del Mondiale Superbike 2011. Al debutto tra le derivate di serie, il ravennate ha immediatamente dimostrato di poter dire la sua ad alto livello, ma sfortunatamente per lui la Yamaha ha deciso di non proseguire la sua avventura nella serie. Per questo Marco è stato costretto a scegliere una nuova strada, optando per la BMW per il suo futuro. Un'avventura che sembra tutt'altro che facile: "Mi è bastato il primo test con la S1000RR per rendermi conto che le difficoltà saranno tante. La priorità sarà tenere su il morale della squadra quando le cose non andranno bene. Sul giro secco siamo ancora lontani ma, se corressimo domani, sono certo che sulla distanza potrei tirare fuori qualcosa in più. Non vedo l'ora di cominciare" ha detto in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Per molto tempo però si è parlato anche di un suo possibile approdo all'Aprilia. Una trattativa non andata in porto perchè Melandri non avrebbe potuto avere lo stesso trattamento di Max Biaggi: "La mia moto sarebbe stata gestita da un team esterno. Io non avrei avuto problemi, ma lui ha un contratto che esclude la possibilità di avere un italiano come compagno". Sul passaggio in Superbike non sembra esserci il minimo ripensamento, anche se gli sarebbe piaciuto tornare in MotoGp per sostituire l'infortunato Jorge Lorenzo in sella alla Yamaha ufficiale nelle ultime gare del 2011: "Mi sarebbe piaciuto sostituire Lorenzo nelle ultime due gare, quando lui era fuori per l'infortunio. Sarebbe stato un bel regalo d'addio, che la Yamaha mi doveva".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Marco Melandri
Articolo di tipo Ultime notizie