Una soluzione "alla Checa" per il futuro di Melandri?

Potrebbe essere la ParkinGo Racing ad ereditare le due Yamaha ufficiali

Una soluzione
Il ritiro in veste ufficiale della Yamaha dal Mondiale Superbike non porterà necessariamente Marco Melandri a separarsi dalla sua R1, con cui ha subito saputo instaurare un grande feeling nella stagione di esordio tra le derivate di serie. Per il pilota ravvenate potrebbe infatti prospettarsi una soluzione "alla Checa": la sua moto verrebbe rilevata da una struttura privata che continuerebbe a portarla in pista negli autodromi della serie iridata. Sicuramente il precedente ducatista poi può essere preso come di buon auspicio da Marco, visto che Checa quest'anno, nonostante l'uscita in veste ufficiale della Ducati, è riuscito a vincere ben 10 delle 18 gare disputate fino ad oggi. A prendere la gestione delle due Yamaha potrebbe essere il ParkingGo Racing di Giuliano Rovelli, che ha già compiuto con successo la stessa operazione nel Mondiale Supersport, dove sta dominando la scena con Chaz Davies e Luca Scassa, bravi a portare a casa ben 6 delle 8 gare disputate. "Ci stiamo lavorando da aprile" ha confermato Rovelli alla Gazzetta dello Sport. "Yamaha Europe non pareva convinta, ma lo scenario è cambiato". L'altro segnale incoraggiante in questa direzione poi è dato dal fatto che pare che nel reparto corse di Gerno di Lesmo stiano ancora lavorando sull'evoluzione di motore e di elettronica richiesta da Melandri per il 2012. Insomma, le basi per mandare in porto un'operazione di questo tipo sembrano esserci tutte. Sempre che Marco non decida di cedere al richiamo della BMW, che anche nella passata stagione era arrivata veramente ad un passo dall'ingaggiarlo...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Marco Melandri
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag tuning