Berger conclude la due giorni di test ad Alcaniz

Berger conclude la due giorni di test ad Alcaniz

Purtroppo il francese ha dovuto fare i conti col freddo, ma il feeling con il Team Supersonic aumenta

Ultima giornata di test per Maxime Berger e la sua squadra sul circuito spagnolo di Motorland Aragon. Così come lunedì, anche ieri la temperatura si è purtroppo mantenuta molto bassa, limitando in parte il lavoro della squadra di Danilo Soncini, che sperava almeno in una temperatura più mite. Fortunatamente però non è piovuto e quindi Berger ha potuto percorrere ben 52 giri ed è stato anche autore di un innocua scivolata, dovuta probabilmente alla bassa temperatura dell'asfalto. Così termina il lavoro di preparazione all'inizio del campionato Mondiale Superbike per la squadra italiana. Un programma iniziato a Cartagena e concluso al Motorland Aragon e che ha consentito a Maxime Berger di prendere confidenza con una moto ed una categoria per lui completamente nuove, così come nuova era la sua squadra. L'affiatamento con il team è quasi perfetto, mentre per quanto riguarda la moto purtroppo la pioggia di Portimao e le basse temperature di Aragon non hanno consentito al pilota di Digione di spingere a fondo per testare il lavoro svolto. Per fortuna prima che si accenda il semaforo che darà il via alle due gare di Phillip Island il team Supersonic potrà sostenere due giorni di test proprio sulla pista australiana, nei giorni 21 e 22 Febbraio. Danilo Soncini: "Anche oggi faceva molto freddo e pur avendo lavorato molto con la squadra, Maxime non ha potuto spingere a fondo per verificare la bontà del lavoro svolto prima a Portimao e successivamente qui ad Aragon. Nel complesso però siamo soddisfatti perché abbiamo potuto testare tutta la nuova componentistica e Berger ha girato molto, prendendo confidenza con la nostra 1198. Ora faremo gli ultimi controlli e quindi potremo preparare le casse per spedire le moto in Australia. Tra qualche settimana si inizierà a fare sul serio e noi siamo pronti". Maxime Berger: "Con oggi le nostre prove in Europa sono terminate. Ora ci attendono due giorni di test a Phillip Island, che vedremo di sfruttare per mettere alla frusta tutto quanto abbiamo provato nei test invernali. Oggi ho fatto anche una scivolata che per fortuna non ha avuto alcuna conseguenza per me o per la moto. L'asfalto era freddo e le gomme faticavano ad entrare in temperatura. Abbiamo comunque testato molti componenti e nel finale ci siamo concentrati sui freni. Anche oggi abbiamo raccolto molti dati che ci saranno utili in futuro. Non vedo l'ora di partire per l'Australia".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Maxime Berger
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag aste, record