Scassa: "La Evo diventerà una bella categoria"

Il pilota italiano ha provato la Kawasaki del Team Pedercini rimanendo impressionato positivamente

Scassa:
Pur avendo disputato le ultime gare della MotoGp sulla ART-Aprilia del Team Cardion AB al posto dell'infortunato Karel Abraham, Luca Scassa non ha saputo resistere troppo a lungo al richiamo delle derivate di serie. Ieri ed oggi, infatti, il pilota italiano si è dato da fare nei test del Mondiale Superbike a Jerez de la Frontera. Il 30enne aretino è stato chiamato dal Team Pedercini per provare la sua Kawasaki ZX-10R in versione Evo e bisogna dire che Luca sembra aver avuto una prima impressione positiva, stando almeno a quanto ha dichiarato oggi a WorldSbk.com. "Mi hanno chiamato sabato scorso per provare la moto. Io sono ancora libero e quindi ho accettato per vedere com'è la EVO. Le prime impressioni sono state molto buone, ieri ho fatto solo una trentina di giri e oggi pomeriggio sarò di nuovo in pista. Anche su una pista guidata come Jerez la moto si comporta molto bene" ha detto Scassa. "Sono sicuro che diventerà una bella categoria. Secondo me è la giusta via di mezzo, perché si tratta di una Superbike con motore e centralina Stock. Cambiamenti sono possibili ma non stravolgimenti, da quello che vedo penso che il pilota e le capacità del team di mettere a punto la moto potranno fare maggiormente la differenza" ha aggiunto. Riguardo al suo futuro però non c'è ancora niente di definito: "Spero di arrivare ad un accordo entro il weekend o al massimo entro settimana prossima. Voglio concentrarmi sulla preparazione fisica per il prossimo anno e voglio avere in testa un obiettivo per poter iniziare a lavorare in quest'ottica. Ormai le carte in tavola sono scoperte, dobbiamo solo vedere quale strada è la migliore per il futuro, non solo per il prossimo anno".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Luca Scassa
Articolo di tipo Ultime notizie