La nuova era Ducati si è aperta nei test di Jerez

La nuova era Ducati si è aperta nei test di Jerez

Tempi misteriosi, ma ottimismo per le prestazioni di Giugliano e Davies. In pista anche Kawasaki e Suzuki

Erano solo test privati, ma non si può di certo dire che non ci fosse carne al fuoco nella due giorni di lavoro di alcune squadre del Mondiale Superbike a Jerez de la Frontera. Gli occhi erano puntati soprattutto sulla Ducati, che ha dato il via al suo nuovo corso portando in pista la squadra 2014 con Davide Giugliano e Chaz Davies. Anche se non sono stati divulgati i tempi ufficiali della due giorni, nel box della Casa di Borgo Panigale si sono tornati a vedere dei sorrisi, perchè pare che entrambi i piloti siano stati subito più veloci rispetto ai tempi fatti segnare dalle 1199 Panigale nel round conclusivo della stagione, che si è disputato un paio di settimane fa proprio sul tracciato spagnolo. In casa Kawasaki c'è stato il ritorno in pista del campione del mondo in carica Tom Sykes, che aveva disertato i test della settimana scorsa per godersi un po' di meritato riposo. Negli ultimi due giorni si è dato da fare soprattutto sulla messa a punto delle sospensioni della ZX-10R, coadiuvato al meglio da Loriz Baz, che sembra aver risolto definitivamente i problemi alla schiena che lo tormentavano da quando si era fratturato una vertebra al Nurburgring. Il quadro delle squadre presenti in Spagna si completa con la Crescent Suzuki, cha a sua volta ha avuto novità importanti. Accanto al confermatissimo Leon Camier, infatti, è sceso in pista il campione del British Superbike Alex Lowes. Il britannico, che è anche il fratello dell'iridato Supersport Sam, è indicato come favorito per andare a prendere il posto di Jules Cluzel sulla seconda GSX-R1000 del team.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes , Chaz Davies , Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie