Jerez, Qualifica 2: Giugliano guida il poker Aprilia

Jerez, Qualifica 2: Giugliano guida il poker Aprilia

Le RSV4 volano sul tracciato spagnolo con Elias, Laverty e Guintoli davanti alla Kawasaki di Sykes

Le Aprilia hanno continuato a fare decisamente la differenza anche nella seconda sessione di prove ufficiali del round conclusivo del Mondiale Superbike, a Jerez de la Frontera. Davide Giugliano ha dato seguito all'ottima prestazione di ieri, confermandosi in vetta alla classifica: l'italiano del Team Althea si è migliorato di circa un secondo, arrivando a girare in 1'41"371. Alle sue spalle, distanziata di 262 millesimi, troviamo l'altra RSV4 della Red Devils con l'idolo locale Toni Elias. E chissà che i due piloti satellite della Casa di Noale non si possano trasformare nei grandi alleati dei due colleghi del Factory Team, ovvero Eugene Laverty e Sylvain Guintoli, arrivato in Spagna con ancora qualche piccola speranza di portare via il titolo a Tom Sykes ed autori del terzo e quarto tempo questo mattina. La Kawasaki del leader della classifica iridata occupa la quinta posizione a poco più di sei decimi, ma rispetto a ieri "The Grinner" sembra aver fatto un passo avanti a livello di set-up. Seguono poi le due BMW di un acciaccato Marco Melandri e di Chaz Davies, che hanno preceduto Lorenzo Lanzi: l'italiano si è confermato il migliore tra i piloti Ducati con la vecchia 1098R del Mesaroli Racing. Completano la top ten la Suzuki di Leon Camier ed un sorprendente Federico Sandi, tornato in pista con grinta dopo un problema alla leva del cambio della sua Kawasaki del Team Pedercini, con la quale ha realizzato davvero un gran bel giro per guadagnarsi un posto nella Superpole. 11esimo e 12esimo tempo per le due Ducati 1199 Panigale ufficiali, con il rookie Xavi Fores che è riuscito subito ad essere più veloce di Ayrton Badovini. Il quadro dei piloti che accedono alla Superpole si completa poi con Broc Parkes, arrivato qui con la Yamaha del Team YART, Michel Fabrizio e Mark Aitchison. Peccato per l'altro esordiente di lusso, ovvero il bi-campione della Superstock 1000 Sylvain Barrier: il francese e la sua BMW sono rimasti esclusi per poco più di un decimo, precedendo comunque altri due esclusi di lusso come Leon Haslam e Jules Cluzel.

World Superbike - Jerez de la Frontera - Qualifica 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie