Melandri: "Su questa pista la nostra moto soffre"

L'italiano della BMW è convinto di aver raccolto il massimo per la sua S1000RR

Melandri:
Il BMW Motorrad GoldBet SBK Team ha finito il round di casa sul tracciato di Imola e, su questa pista, entrambi i piloti hanno colto il loro miglior risultato. L’idolo locale Marco Melandri ha terminato, in sella alla BMW S1000RR, in quarta posizione entrambe le gare tenutesi all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Il compagno di squadra Chaz Davies ha finito in sesta e quinta posizione. Dopo la settima gara del FIM Superbike World Championship 2013, Marco è quarto nella Classifica Piloti con 182 punti, seguito da Chaz, quinto, con 154 punti. Nella Classifica Costruttori BMW è al terzo posto con 237 punti. Entrambe le gare sono state vinte da Tom Sykes. Il BMW Motorrad GoldBet SBK Team rimarrà a Imola per partecipare ai test ufficiali Dorna in programma domani. Marco Melandri: "Su questa pista purtroppo la nostra moto soffre. Non credo avessimo la possibilità di vincere, per cui questo risultato è il migliore possibile. Gara 1 é stata molto dura, faticavo molto a curvare con il gas e, purtroppo, non sono riuscito a fare di più. Nelle gare precedenti avevo difficoltà con le gomme nuove invece, qui a Imola, abbiamo avuto maggiori difficoltà con le gomme usate. La guida mi ha impegnato molto dal punto di vista fisico, infatti, alla fine della gara ero davvero stanco. In Gara 2 abbiamo cercato di risolvere con delle modifiche alla sospensione anteriore, ma la situazione non è migliorata. La moto è rimasta nervosa, più forzavo e più la moto si muoveva. Nell’ultima parte della gara Chaz mi ha passato e ho faticato molto per riprenderlo, se non avesse fatto un errore probabilmente non ci sarei riuscito. Il lato positivo è che, visto il risultato, ho accorciato la distanza dai piloti Aprilia". Chaz Davies: "Gara 1 é stata difficle. Non riuscivo ad uscire dalle curve come volevo, in qualunque altra posizione la moto sembrava lavorare bene ma non riuscivo a tenere sotto controllo la moto, come volevo, all’uscita dalle curve. Scivolava e poi riprendere grip, scomponendo la moto, oppure l’accelerazione non era abbastanza buona facendomi perdere almeno una lunghezza. Dovevo quindi spingere forte sul dritto per recuperare fino alla curva successiva. Alla fine della gara la moto era più gestibile rispetto a metá gara, perché il grip era piú costante. Sembrava che, man mano che la corsa andava avanti, la moto migliorasse. Abbiamo sfruttato l’esperienza per migliorare la moto per la seconda gara. La moto andava meglio e sono stato in grado di lottare con un buon gruppo con Marco e, a fine gara, avevo ancora davanti i piloti del podio. La battaglia con Marco negli ultimi giri è stata divertente. L’ho superato al penultimo giro e sono rimasto davanti per un giro. Poi risalendo per la collina ha guidato molto bene e mi ha superato alla Piratella. Poi nell’ultima curva ho provato ad entrare all’interno ma ho perso il retrotreno, è stato un peccato ma mi sono divertito. L’unica cosa che mi dispiace è che ancora perdo troppo tempo ad uscire dalle curve. Per qualche ragione, perdevo grip prima e non potevo aprire il gas come mi sarebbe piaciuto. Questo mi ha fatto perdere tempo sul dritto, domani dobbiamo lavorare su questa area nel test di domani e sono certo che troveremo una soluzione".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Marco Melandri , Chaz Davies
Articolo di tipo Ultime notizie