Chaz Davies conta di rientrare ad Imola

Chaz Davies conta di rientrare ad Imola

Il recupero dall'infortunio di Phillip Island recupera secondo le tabelle stimate

Quella di oggi è una giornata positiva per il Mondiale Superbike. Oltre a John Hopkins, infatti, anche Chaz Davies ha annunciato che non dovrebbe avere particolari problemi ad essere la partita ad Imola. Per il campione del mondo della Supersport la prima presa di contatto con il suo nuovo mondo era stata molto dura: a causa di una caduta avvenuta nelle qualifiche, si è fratturato l'ulna e il radio del braccio sinistro, dovendo dire anticipatamente addio al weekend di Phillip Island. A sole due settimane dal secondo round stagionale, il pilota del team ParkinGo ha quindi fatto il punto della situazione, parlandone con WorldSbk.com: "Sto abbastanza bene e penso che abbiamo fatto un passo in avanti importante nelle scorse due settimane. Sono abbastanza felice e non avrei potuto chiedere di meglio fino ad ora. Il polso mi fa male ed è gonfio, ma dovremmo essere nei tempi giusti per un buon recupero. Mi hanno semplicemente dato da utilizzare un tutore rimovibile e da un paio di giorni non lo sto più usando. Ho iniziato a recuperare la mobilità nel polso e le ossa stanno cominciando a saldarsi. Il pollice sembra non voler funzionare ma sta migliorando". Il britannico ha anche raccontato quanto sia stato complicato l'intervento a cui è stato sottoposto: "Il radio si è rotto e si è scomposto leggermente, quindi le due parti di osso si sono distanziate un pochino. I chirurghi lo hanno riallineato ed hanno inserito tre viti, una lunga e due corte, attraverso il radio, aggiungendo anche una piccola placca. Per dare al tutto la solidità necessaria hanno optato inoltre per un innesto osseo sintetico. Due fili sono stati inseriti per tener collegata la placca ad un'altra parte del braccio. L'ulna invece non ha richiesto alcun intervento, in quanto guarirà spontaneamente". Pur non potendosi presentare ancora al top, l'obiettivo quindi è tornare in sella alla sua Aprilia sulle rive del Santerno: "Il percorso di recupero sta seguendo i tempi stabiliti, quindi non vedo perché io non possa correre ad Imola. Certamente non sarò al massimo della forma fisica, probabilmente mi presenterò all' 80% o 90% della condizione. I quattro weekend di stop sono una manna dal cielo e non credo che avremmo, in ogni caso, effettuato alcun test prima di Imola. Di questa pausa beneficeranno anche gli altri piloti infortunati: Eugene Laverty, David Salom e Leon Haslam".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Chaz Davies
Articolo di tipo Ultime notizie