Camier guarda con ottimismo alla gara di casa

Camier guarda con ottimismo alla gara di casa

Il britannico dell'Aprilia sembra essere finalmente guarito dalla mononucleosi

Nonostante fosse alle prese con una violenta forma di mononucleosi, Leon Camier è riuscito ad essere tra i protagonisti della gara di apertura del Mondiale Superbike a Phillip Island, conquistando un insperato sesto posto in gara 2. Ora il pilota dell'Aprilia è finalmente guarito e ad attenderlo c'è la gara di casa a Donington Park, dove spera di poter lottare per le posizioni che contano e magari lasciare il segno, anche se sa che sarà un weekend tosto. Il britannico ha parlato delle sue aspettative con il sito ufficiale della serie: ecco le sue dichiarazioni. Come ti senti dopo il brutto malanno rimediato in Australia? "Mi sento meglio, ma ho passato dei brutti momenti. Abbiamo fatto ciò che potevamo nelle gare di Phillip Island, quando ti ritrovi a fronteggiare una malattia cerchi di fare il possibile. Una volta terminato il weekend, ho iniziato a sentirmi meglio ed ho fatto alcuni esami del sangue non appena tornato in Europa, che hanno rilevato alcuni parametri fuori posto. Mi è stato detto di rilassarmi e riposarmi il più possibile, al fine di recuperare velocemente. La febbre se n'era andata, ma gli effetti e l'infezione erano ancora lì. L'unica cosa da fare è quella di riposarsi e di non sforzarsi troppo, altrimenti si rischia l'affaticamento e tanti altri problemi. Quindi ho solo bisogno di stare a riposo per fare in modo che tutto sia a posto prima di Donington". C'è stata un po' di confusione allora, ma i test hanno confermato la presenza della mononucleosi? "Si. La febbre è andata via dal momento in cui ho fatto i prelievi, ma i dottori mi hanno spiegato che c'erano tracce di una febbre ghiandolare (mononucleosi, ndr) di recente contrazione. Non so dirti quando l'ho presa, ma l'infezione c'è stata e i valori lo dimostravano". In che modo ti stai preparando a Donington, quindi? "Al momento spero di potermi allenare qualche giorno, prima dell'evento e fare in modo di riabituare il fisico allo sforzo. Mi sento bene ora, ma non voglio rischiare di sprecare tutto e tornare daccapo. Andrà tutto bene, sto solo facendo in modo di essere al riparo da ogni punto di vista. Correrò a Donington, ho spiegato la situazione alla squadra e ho la fortuna di avere uno dei migliori ematologi al mondo a disposizione. Sono sicuro al 100% che parteciperò al round, quindi non c'è da preoccuparsi". Come ti senti ad affrontare questa corsa, visto che è il round di casa? "Chiaramente il fattore atmosferico farà la parte del leone, ma al momento non so quanto questo possa essere favorevole alla moto. Abbiamo punti a favore ed altri contrari, dobbiamo solo aspettare e vedere. Il supporto dei fan aiuta sempre!"

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Leon Camier
Articolo di tipo Ultime notizie