Badovini: "Spero in un altro passo avanti"

L'italiano è stato una delle rivelazioni della prima parte del Mondiale Superbike

Badovini:
Ayrton Badovini è stato senza dubbio una delle rivelazioni della prima parte di stagione del Mondiale Superbike. Dopo un avvio non troppo esaltante, dovuto al necessario periodo di apprendistato sulla BMW S1000RR, il campione in carica della Coppa del Mondo Superstock 1000 ha iniziato a infilare una serie di risultati positivi, risultando spesso il migliore dei piloti della Casa bavarese. Ora infatti nella classifica iridata si trova in ottava posizione, staccato di meno di 30 punti da Leon Haslam, vice-campione del mondo in carica che corre per la squadra ufficiale: un risultato che probabilmente va oltre ogni più rosea aspettativa del pilota italiano. Ecco una breve intervista che gli è stata realizzata per il sito ufficiale della serie, che vi riportiamo integralmente: Sei contento dei risultati di Brno e dell'ottava posizione in classifica? "Sono decisamente soddisfatto dei due sesti posti. E' la prima gara in cui non sprechiamo niente e raccogliamo quello che, obiettivamente, è alla nostra portata. E' stato un round più che positivo, non ancora al livello che andiamo cercando ma tutto è andato ottimamente. Sono felice dell'ottava posizione in classifica, è la prova della nostra crescita, sapevamo di non poter puntare a vincere il campionato e neanche di terminare tra i primi tre, per ora siamo a ridosso dei primi anche se è a fine anno il momento giusto per dare un occhio alle classifiche". Alla luce del rendimento in gara e dei piazzamenti ottenuti, quanto ti dispiace non esserti qualificato almeno nelle prime due file, avendo sfiorato l'accesso alla Superpole 3? "In gara 1 sono transitato al tredicesimo posto a conclusione del primo giro, ed anche nella seconda ho perso diverse posizioni ad inizio gara. La differenza sta nel fatto che, se nella prima ho impiegato tempo per poter aver la meglio sugli avversari, in gara 2, invece, sono riuscito a farmi strada già nella prima parte della corsa. Sicuramente un po' mi dispiace, certo nonostante tutto abbiamo fatto bene e sono contento. La cosa più bella della Superpole è stata quella di essere riuscito a superare il primo turno senza utilizzare gomme da tempo poiché, di solito, solo i piloti di testa sono in grado di fare questo. Nella Superpole 2 abbiamo fatto un piccolo errore di calcolo, pensando di non fare in tempo a montare una seconda qualifica. Purtroppo negli ultimi minuti sono stato scalzato dalla top 8, ma fa parte del gioco e dei rischi che si corrono con quest'avvincente format di Superpole". Rispetto alle aspettative ed ai piani di inizio anno, credi di essere avanti o indietro sulla tabella di marcia? "In verità ad inizio anno non abbiamo fatto una tabella di marcia. Ci eravamo dati come obiettivo un passo in avanti per il round di Monza, volevamo fare in modo di non essere più in "seconda pagina". Questa era l'idea, e fortunatamente questo è avvenuto. Quando ti ritrovi a ridosso dei primi, però, ci vuole poco per perdere o guadagnare un paio di posizioni. Ci aspettavamo di essere veloci ed ora sono fiducioso di poter fare un altro passo in avanti entro la fine della stagione". Qual è dunque l'obiettivo che ti poni per Silverstone? "A Silverstone i piloti inglesi saranno molto agguerriti e vorranno fare sicuramente bene sul loro tracciato di casa. Io spero di essere in partita e darò il massimo per poter lottare con loro per la migliore posizione possibile e continuare il trend positivo di questa stagione".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Ayrton Badovini
Articolo di tipo Ultime notizie