Assen, Q2: Giugliano beffa Sykes nel finale

Assen, Q2: Giugliano beffa Sykes nel finale

Grande giro del pilota dell'Aprilia Althea sull'asciutto, che salta davanti alle due Kawasaki e a Rea

Per buona parte della seconda sessione di prove ufficiali del round di Assen del Mondiale Superbike Davide Giugliano ha dato la sensazione di poter essere l'unico in grado di reggere il ritmo di Tom Sykes, ma nel finale il portacolori del Team Althea si è superato e si è portato addirittura al comando con un ottimo crono di 1'36"814. Il pilota italiano sembra davvero a suo agio in sella alla RSV4 su questo tracciato e non è un caso, dunque, che con la pista asciutta sia stato costantemente davanti alle due moto ufficiali della Casa di Noale. Anche le Kawasaki però danno la sensazione di aver trovato un ottima messa a punto per la pista di Assen, con Tom Sykes e Loris Baz che hanno occupato la seconda e la terza posizione. E a dare una dimensione del potenziale delle ZX-10R è proprio l'ottima performance del francese, che per ora quest'anno non era mai stato tanto vicino al compagno di box. Stupisce il quarto tempo di Jonathan Rea, anche se fino ad un certo punto, perchè non bisogna dimenticare che la factory del Team Ten Kate è proprio a pochi chilometri da Assen, quindi questa è la gara di casa per la squadra ufficiale Honda, priva per il resto del weekend di Leon Haslam, vittima ieri della doppia frattura di tibia e perone della gamba sinistra. Il suo compagno invece sembra addirittura in grado di fare la pole provvisoria con tre intermedi record, vanificati però da un errore commesso nell'ultimo settore della pista. Dietro di lui completa la top five il leader del Mondiale Sylvain Guintoli, ultimo dei piloti distanziati di meno di un secondo con la sua Aprilia. In crescita Carlos Checa, che con l'asciutto è riuscito a piazzare la sua Ducati 1199 Panigale R al sesto posto, anche se pagando 1" dalla pole. Alle sue spalle troviamo poi le due BMW S1000RR di Marco Melandri e Chaz Davies, che hanno preceduto un Eugene Laverty un po' in ombra, che non è riuscito a fare meglio del nono tempo davanti a Jules Cluzel. Veniamo ora agli esclusi dalla Superpole: sono rimaste fuori le due Kawasaki del Team Pedercini con Federico Sandi ed Alexander Lundh. Quest'ultimo è stato anche vittima di una scivolata che ha portato all'esposizione della bandiera rossa e che gli è costata anche la frattura della clavicola sinistra. Out poi anche Mark Aitchison e Leon Camier, questa mattina rimasto fermo ai box: il britannico della Suzuki è infatti al rientro dopo un intervento chirurgico al ginocchio ed oggi era ancora piuttosto dolorante.

World Superbike - Assen - Qualifica 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Assen
Circuito Assen
Piloti Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie