Biaggi: "Non possiamo essere euforici"

La leadership in classifica non basta a Max, che avrebbe voluto un weekend migliore

Biaggi:
La domenica di Assen verrà ricordata per la continua altalena di emozioni, dovute sia al tempo incerto che allo spettacolo visto in pista. L’Aprilia Racing Team si è confermato protagonista, nonostante le difficoltà incontrate durante tutto il weekend da Max Biaggi ed Eugene Laverty. Il podio del pilota nordirlandese in Gara 2 ha chiuso una giornata che restituisce alla cronaca la leadership in campionato di Biaggi, anche se di un solo punto. Sul tabellino della prima gara va segnata innanzitutto l’interruzione per pioggia a nove giri dalla fine. Rientrati ai box per montare gomme rain, i piloti si sono riallineati per una nuova partenza sotto la pioggia battente. Max ed Eugene hanno subito messo in mostra un buon ritmo, in condizioni di visibilità e grip davvero difficili. Sotto la bandiera a scacchi Biaggi e Laverty sono transitati rispettivamente quarto e quinto. Gara 2 è invece iniziata senza pioggia e con asfalto che si andava asciugando, tanto da spingere quasi tutti i piloti alla scelta delle gomme slick direttamente in griglia di partenza. Max, scattato dalla quinta fila, è riuscito a conquistare la dodicesima posizione nei primi tre giri, avvantaggiandosi poi degli errori commessi dagli avversari fino a concludere in ottava posizione. La gara di Eugene lo ha visto combattere nel gruppo dei primi 5, a suon di sorpassi e giri veloci. Il pilota nordirlandese è stato bravo ad amministrare una gara difficile e conquistare in volata il suo primo podio (terzo posto) con i colori Aprilia Racing. Il diciassettesimo posto di Checa in Gara 2 consegna a Max Biaggi la leadership del campionato, anche se di un solo punto sul pilota spagnolo. Anche l’Aprilia Racing Team è in vetta alla graduatoria riservata alle squadre. “Nonostante la leadership provvisoria non possiamo essere euforici – confessa MaxHo fatto fatica durante tutto il weekend, ed anche le due gare sono state difficili. Quando si punta al mondiale bisogna avere nel mirino il bersaglio più grosso, i piazzamenti sono importanti ma non devono diventare una costante. Lasciamo comunque l’Olanda con un bottino pesante di punti, guardando alle difficoltà incontrate nel weekend non possiamo lamentarci. Sarà però importantissimo lavorare per risolvere i problemi che ci hanno rallentato, per tornare a lottare nelle posizioni che contano da qui alla fine del campionato”. Eugene Laverty è soddisfatto delle sue prestazioni: “Questo weekend abbiamo lavorato tanto, dopo una partenza difficile sapevo di poter combattere per il podio. Le due gare sono state difficili, specie la ripartenza di Gara 1 sotto il diluvio in condizioni di grip davvero precarie, ma alla fine lasciamo Assen con qualche certezza in più ed il mio primo podio con Aprilia. In Gara 2 mi sono divertito, ho battagliato dal primo all’ultimo giro fino al terzo posto. Ora dobbiamo essere bravi a continuare su questa strada, conquistando punti importanti per il morale e per la posizione in classifica”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Max Biaggi , Eugene Laverty
Articolo di tipo Ultime notizie