Assen, Libere 2: la pista si asciuga e sorride a Sykes

Assen, Libere 2: la pista si asciuga e sorride a Sykes

Rea e Melandri tallonano il pilota della Kawasaki. Brutta caduta per Leon Camier

La pioggia ha dato finalmente tregua ai piloti del Mondiale Superbike ad Assen nella seconda sessione di prove libere del weekend olandese, quella che precede la Superpole. Con la pista che andava via via asciugando, ad ottenere la miglior prestazione è stato Tom Sykes, che con la sua Kawasaki ha realizzato un crono di 1'37"663, arrivando molto vicino alla pole provvisoria di Sylvain Guintoli. Alle sue spalle, staccata di appena 91 millesimi, troviamo la Honda di Jonathan Rea, tallonata da vicino dalla BMW di Marco Melandri: il ravennate, dunque, ha confermato di poter essere un osso duro su questa pista se l'asfalto rimane asciutto. E positiva è stata anche la prestazione della S1000RR di Ayrton Badovini, autore del quinto tempo alle spalle della Ducati di Carlos Checa. Rimangono attardate invece le Aprilia: Eugene Laverty non è andato oltre al settimo posto, mentre Max Biaggi è ancora relegato in 11esima piazza. Attimi di paura per un brutto highside di cui si è reso protagonista Leon Camier. In un primo momento il pilota della Suzuki è parso acciaccato, ma fortunatamente sembra che se la sia cavata solo con un brutto spavento.

World Superbike - Assen - Libere 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes
Articolo di tipo Ultime notizie