Dosoli: "Siamo ancora all'80% del nostro potenziale"

Il direttore tecnico esalta la crescita della BMW, ma vede ancora margini di miglioramento

Dosoli:
Il test con la BMW S1000 RR a Misano è stato anche l'occasione per scambiare due chiacchiere con Andrea Dosoli, direttore tecnico della BMW Motorrad Motorsport. Ecco la breve intervista che ha concesso ai nostri colleghi di OmniMoto.it: Alla quarta stagione in Superbike, la BMW sembra aver imboccato la strada giusta. Da qualche parte si sente dire che questo sia in buona parte merito suo. Come risponde? "Assolutamente no! (ride…) Come tutti i progetti giovani ci vuole un periodo di rodaggio, e oggi che siamo al quarto anno di gare si iniziano a raccogliere i risultati di quanto seminato. E’ normale che l’arrivo di nuovi piloti come Marco e di ingegneri competenti con idee nuove, abbiano portato lo sviluppo nella direzione corretta. Però il merito è dell’azienda che ha continuato a investire, che ha sviluppato una moto negli anni permettendoci ora di beneficiare di questo lavoro". Parlando proprio del suo metodo di lavoro, cosa pensa di aver portato alla squadra che mancava, se qualcosa in effetti mancava? "Secondo me il risultato in gara è la conseguenza della capacità di mettere insieme diversi fattori in modo da rendere vincente il pacchetto. Non è solo la moto, non è solo il pilota, e non è solo il Team a vincere. Quello che stiamo cercando di fare è di mettere i piloti nelle condizioni di esprimere il proprio talento, con le persone giuste che siano in grado capire quali siano le esigenze del pilota. E’ fondamentale che il gruppo di lavoro attorno al pilota sia giusto e oggi siamo riusciti a creare attorno a entrambe il giusto ambiente di lavoro, che gli permetta di esprimersi. Parallelamente abbiamo sviluppato la moto, dando le indicazioni corrette al reparto corse, con un lavoro step by step con dei target a breve e lungo termine chiari e raggiungibili. Questo penso che sia il segreto dei risultati che stiamo ottenendo: quindi avere le idee chiare su quello serve a breve e lungo termine per migliorare, e la fortuna che con Marco e Leon siamo risuciti ad avere due piloti di grande talento, forti e motivati che sono stati in grado di darci le indicazioni su quello che effettivamente serve per poter migliorare". Se dovesse giudicare in percentuale il valore del vostro “pacchetto” tecnico, che voto darebbe? "Siamo in continua evoluzione, non siamo ancora al 100% e lo vediamo su alcune piste dove fatichiamo, ma direi che in questo momento se riusciamo a risolvere qualche problemino soprattutto in ingresso curva, direi che siamo all’80%.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Articolo di tipo Ultime notizie