Portimao, Day 2: Sykes si conferma con soli 17 giri

Portimao, Day 2: Sykes si conferma con soli 17 giri

Queste poche tornate gli sono bastate per chiudere davanti a Guintoli (caduto) in una giornata molto calda

Non si può di certo dire che le squadre del Mondiale Superbike arrivate a Portimao siano state particolarmente fortunate in queste due giorni di test. Se ieri hanno dovuto fare i conti con il vento e la pista sporca, oggi è arrivato un caldo infernale a picchiare sull'asfalto del tracciato portoghese, che comunque non ha impedito ai piloti in pista di abbassare i riferimenti della giornata di apertura.

A realizzare il miglior tempo è stato nuovamente Tom Sykes, al quale sono bastatu appena 17 giri, per di più completati con gomme usate, per arrivare a stampare un crono di un 1'42"719. In casa Kawasaki comunque hanno detto che questo poco chilometraggio era già previsto, perché il programma di lavoro era stato quasi completato ieri.

L'unico a scendere oltre all'1'43" oltre al leader del Mondiale è stato il suo rivale Sylvain Guintoli, che con la sua Aprilia RSV4 ha girato in 1'42"954, nonostante si sia reso anche protagonista di una scivolata. Terzo tempo per il suo connazionale Loris Baz, che si è visto rifilare mezzo secondo dalla ZX-10R gemella, precedendo di pochi millesimi Marco Melandri.

Il ravennate dell'Aprilia è stato il più attivo con ben 72 tornate completate, ma non è riuscito a rendere al meglio perché le botte alla spalla sinistra ed al ginocchio destro rimediate nella caduta ad alta velocità di ieri (si parla di circa 200 km/h) si sono fatte sentire. Più staccate invece le due Ducati di Davide Giugliano e Chaz Davies, ma è tutto regolare, perché Portimao non è mai stata una pista troppo congeniale alle 1199 Panigale.

Da segnalare poi un dato interessante su Claudio Corti. Non è tanto importante il suo settimo tempo, favorito dalle assenze di Honda e Suzuki, quanto il fatto che per la prima volta in stagione sia riuscito a piazzare la sua MV Agusta davanti a tutte le EVO, pagando solo 0"7 nei confronti di Davies. Per quanto riguarda proprio le EVO, a svettare è stata nuovamente la Kawasaki del leader David Salom, più lento di Corti di appena 2 millesimi.

WORLD SUPERBIKE, Portimao, 22/07/2014
Seconda giornata di test
1. Tom Sykes - Kawasaki - 1'42"719
2. Sylvain Guintoli - Aprilia - 1'42"954
3. Loris Baz - Kawasaki - 1'43"294
4. Marco Melandri - Aprilia - 1'43"315
5. Davide Giugliano - Ducati - 1'43"592
6. Chaz Davies - Ducati - 1'43"742
7. Claudio Corti - MV Agusta - 1'44"485
8. David Salom - Kawasaki EVO - 1'44"487
9. Alessandro Andreozzi - Kawasaki EVO - 1'44"924
10. Jeremy Guarnoni - Kawasaki EVO - 1'45"109

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes , Sylvain Guintoli
Articolo di tipo Ultime notizie