Checa trova la messa a punto con i 6 kg in più

Checa trova la messa a punto con i 6 kg in più

Il campione del mondo sembra piuttosto soddisfatto al termine dei test di Phillip Island

La prima di due sessioni di prove programmata per il mese di febbraio si è conclusa oggi sul circuito australiano di Phillip Island con risultati molto positivi per il team Althea Racing; Carlos Checa, campione del mondo 2011, ha fatto registrare i tempi più veloci in assoluto, mentre la new entry Davide Giugliano ha fatto dei progressi costanti durante tutti e tre i giorni a disposizione. Dopo la pausa invernale di oltre due mesi, il team Althea Racing è tornato a lavorare questa settimana in condizioni di clima caldo e soleggiato. Lunedì, il primo giorno di test, è iniziato in modo positivo per la squadra italiana. Carlos Checa non ha perso tempo, facendo registrare alcuni dei giri più veloci della giornata. Il suo nuovo compagno di squadra, Davide Giugliano, ha cominciato ad imparare il circuito che non aveva mai visto prima; putroppo è stato vittima di una piccola caduta, ma fortunamente non ci sono state conseguenze fisiche per il 22enne italiano. Entrambi i piloti hanno continuato a fare dei buoni progressi durante il martedi, nonostante il fatto che Carlos non fosse in forma (tanto che ha girato solo nel pomeriggio). Il campione ed i suoi tecnici sono stati in grado di completare una grande parte del lavoro in programma e Checa si è detto soddisfatto di una nuova soluzione per quanto riguarda la sospensione anteriore. I tempi di quasi tutti i piloti in pista sono calati ma è stato Carlos a terminare davanti a tutti, facendo registrare il miglior tempo in 1'32"1. Davide ha continuato a prendere confidenza sia con la sua Ducati 1198 che con la pista ed ha terminato la seconda giornata con un miglior giro in 1'33"7. Oggi si è disputata la terza ed ultima giornata di prove, e sull’asfalto ancora più caldo, i piloti hanno lavorato molto fino alla chiusura della sessione. Checa si è dichiarato molto contento; ha ripetuto la prestazione di ieri, chiudendo davanti a tutti con un miglior giro in 1'31"8. Giugliano ha migliorato ulteriormente: il giovane pilota italiano ha lavorato insieme alla sua squadra per raffinare l’assetto della sua Ducati 1198, provando anche una nuova forcella. Carlos Checa:Abbiamo perso tempo ieri perchè non stavo bene; sono rimasto a letto la mattina, scendendo in pista solo verso le 14:30. Nonostante questo problema, siamo riusciti a completare quasti tutto il lavoro che avevamo in programma. Oggi faceva ancora più caldo rispetto ai giorni precedenti, abbiamo provato alcune cose ma oltre un certo limite è difficile migliorare ancora. L’anno scorso abbiamo cominciato bene la stagione e quindi abbiamo confrontato i setting dell’anno passato con quelli che abbiamo qui ora, considerando i sei chili in più, ed abbiamo capito come partire. Continueremo il lavoro lunedì, concentrandoci soprattutto sulle gomme ed il loro comportamento in queste condizioni calde. Per ora posso dire di essere soddisfatto”. Davide Giugliano:Tutto sommato, è andata bene, visto che è la prima volta che vedo il circuito di Phillip Island. Direi che possiamo essere soddisfatti del lavoro fatto in questi tre giorni, anche se c’è ancora molto lavoro da svolgere nella prossima settimana. E’ andato più o meno come avevamo programmato, a parte una piccola scivolata lunedì. Il primo giorno è stato difficile, ma grazie ad una messa a punto generale della moto per adattarla al mio stile di guida, ho potuto prendere più confidenza e mi sento abbastanza fiducioso. Adesso ci riposiamo per un paio di giorni e poi ci concentreremo sui test della settimana prossima”. Genesio Bevilacqua, General Manager di Althea Racing: “Considerando che sono stati tre giorni lunghi, faticosi, con temperature di asfalto alte, penso che possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati ottenuti. Abbiamo fatto soprattuto una verifica delle moto, dopo l’aggiunta di questi sei chili di peso. E’ chiaro che su questo circuito, Carlos riesce a fare dei buon tempi, ma fare il giro più veloce non era la cosa importante. Credo che abbiamo una messa a punto perfetta e che siamo pronti per l’inizio del campionato. Abbiamo sicuramente una penalizzazione importante ed inoltre abbiamo già visto qui che piloti come Laverty, Biaggi, Haslam e Sykes possono essere forti. Però rimaniamo fiduciosi del talento di Carlos. Per quanto riguarda Davide, e tenendo conto che è sempre difficile all’inizio per un pilota che deve affrontare una nuova pista, penso che abbia trovato un buon passo e diciamo che sta lavorando nella giusta direzione. Ci siamo concentrati per fargli prendere confidenza con la sua moto ed ha girato discretamente bene. Il team è più unito che mai e continueremo con il nostro programma di lavoro il prossimo lunedì”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Carlos Checa , Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie