Jerez, Day 1: volano Giugliano e la Ducati!

Jerez, Day 1: volano Giugliano e la Ducati!

L'italiano precede Davies e Sykes, male le Aprilia. Mano fratturata per Salom. In pista Pirro su Ducati MotoGp

La Ducati alza la voce nella prima delle tre giornate di test del Mondiale Superbike sul tracciato di Jerez de la Frontera, dove la maggior parte delle squadre di vertice si sono date appuntamento per prepararsi in vista del secondo round stagionale di Motorland Aragon. Dopo aver già sfiorato il podio in Australia, la 1199 Panigale sembra continuare il trend di grande crescita mostrato durante tutti i test invernali ed oggi Davide Giugliano e Chaz Davies hanno monopolizzato le prime due posizioni, con l'italiano che ha polverizzato il primato ufficiale del tracciato andaluso con un crono di 1'41"056 che gli ha consentito di distanziare di oltre quattro decimi la moto gemella del britannico. In terza posizione troviamo la Kawasaki ZX-10R del campione del mondo in carica Tom Sykes, che a sua volta ha girato a poco meno di mezzo secondo dal battistrada, precedendo la Honda CBR1000RR di Jonathan Rea, che sembra finalmente iniziare a fare dei passi avanti importanti con la nuova elettronica sviluppata dalla HRC. La top five poi si completa con la prima delle Aprilia RSV4, quella del leader iridato Sylvain Guintoli. Il francese paga ben sette decimi, ma ha comunque fatto meglio del compagno di squadra Marco Melandri, settimo a quasi 1". Tra di loro si è inserito Alex Lowes, al rientro sulla sua Suzuki dopo l'infortunio al piede sinistro patito a Phillip Island: il campione in carica del British Superbike ha mostrato la sua consueta grinta, rendendosi anche protagonista di uno scivolone, con il quale comunque non dovrebbe aver peggiorato le sue condizioni. Attardato il suo compagno di squadra Eugene Laverty, decimo dietro anche a Loris Baz ed a Leon Haslam: va detto però che il nordirlandese ha soprattutto effettuato delle prove comparative sulla sua GSX-R1000 per valutare il nuovo forcellone portato in Spagna dalla FTR. Da segnalare, purtropo, la brutta caduta di David Salom: lo spagnolo della Kawasaki si è fratturato la mano destra e la sua presenza in sella alla ZX-10R EVO ad Aragon sembra essere in forte rischio. Da segnalare la presenza in pista anche della Ducati MotoGp di Michele Pirro, che però ha girato senza il transponder. Dunque, non ci sono tempi ufficiali relativi alle prestazioni del collaudatore della Rossa, che da domani sarà affiancato anche dai due piloti titolari Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, che dovranno anche completare delle riprese commerciali. Il rischio di pioggia però sembra davvero molto concreto. WORLD SUPERBIKE, Jerez de la Frontera, 31/03/2014 Prima giornata di test (tempi ufficiosi) 1. Davide Giugliano - Ducati - 1'41"056 2. Chaz Davies - Ducati - 1'41"468 3. Tom Sykes - Kawasaki - 1'41"545 4. Jonathan Rea - Honda - 1'41"624 5. Sylvain Guintoli - Aprilia - 1'41"754 6. Alex Lowes - Suzuki - 1'41"821 7. Marco Melandri - Aprilia - 1'41"905 8. Loris Baz - Kawasaki - 1'41"932 9. Leon Haslam - Honda - 1'42"153 10. Eugene Laverty - Suzuki - 1'42"648 11. David Salom - Kawasaki EVO - 1'43"642 12. Michele Magnoni - Honda - 1'45"867
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie