Melandri: "Gara 2 è stata ancora più dura"

Nuova doppietta Aprilia, con Guintoli soddisfatto per i punti recuperati su Sykes in campionato

Melandri:
La prima volta del Campionato Mondiale Superbike a Sepang porta la firma di Aprilia, dominatrice di entrambe le gare. La doppietta di Marco Melandri e il doppio secondo posto di Sylvain Guintoli sanciscono una supremazia emersa fin dai primi turni di prova, dove le RSV4, compresa la “satellite” di Toni Elias, hanno dimostrato di gradire il tracciato malese. Gara 1 ha visto le due RSV4 di Marco Melandri e Sylvain Guintoli in fuga fin dal primo giro a contendersi la vittoria. A spuntarla è stato il pilota di Ravenna, bravo a ricucire il distacco creatosi dopo una carambola nelle prime curve. Una volta raggiunto il compagno di squadra, Marco lo ha sopravanzato in staccata al decimo giro, riuscendo poi ad amministrare fino alla bandiera a scacchi. La cronaca di Gara 2 cambia nella forma ma non nella sostanza. La sospensione per bandiera rossa al terzo giro ha decretato una ripartenza, con distanza accorciata a 10 tornate e schieramento di partenza basato sulle posizioni al momento dello stop, quindi con le tre RSV4 in prima fila. Sylvain Guintoli ha preso subito vantaggio, mentre Marco Melandri ha lottato prima di lanciarsi all’inseguimento del compagno di squadra. L’ultimo giro ha visto i due piloti Aprilia esibirsi in una serie di sorpassi tanto spettacolari quanto corretti, che hanno visto prevalere Marco Melandri dopo l’ultimo tentativo di risposta di Sylvain nella curva che precede il traguardo. Arrivo in volata, seconda doppietta di giornata e classifiche che cambiano radicalmente: Melandri sale al quinto posto tra i piloti, sono invece 13 i punti che separano Guintoli dal capoclassifica Tom Sykes. Aprilia accorcia le distanze anche nella graduatoria costruttori, dove è seconda a 4 punti dalla vetta. Marco Melandri: "Una doppietta che ci voleva! Nonostante le difficoltà non ci siamo mai arresi, abbiamo continuato a lavorare e a lottare. Qui ho trovato un buon feeling con la mia RSV4, le condizioni di Gara 1 erano difficili ma sono riuscito a raggiungere Sylvain. Dopo il sorpasso ho fatto il mio ritmo, sapevo di potermi difendere bene in staccata e sono riuscito ad amministrare fino alla fine. Gara 2 è stata ancora più dura, perché ho combattuto anche con le Kawasaki prima di poter raggiungere Sylvain. Nell’ultimo giro ho pensato a provarci, dovevo dare tutto fino alla bandiera a scacchi. Comunque tutti i piloti sono da ammirare oggi, perché guidare in queste condizioni non è per niente facile. Questo risultato lo dedico alla Manu, al suo pancione e a tutti i ragazzi del Team. Ci vediamo a Misano!". Sylvain Guintoli: "In Gara 1 credevo di aver messo in pratica bene la mia tattica, purtroppo verso la fine Marco aveva un gran passo, mi ha costretto a qualche errore. Gara 2 l’ho condotta meglio, tentando di essere aggressivo da subito, semplicemente Marco verso la fine aveva qualcosa in più. Ho provato a rispondergli, credo che chi ci guardava si sia divertito nell’ultimo giro! Abbiamo guadagnato punti pesanti in campionato e dimostrato che Aprilia è tornata davanti, con una grande giornata. Ci riposeremo serenamente dopo questo weekend davvero faticoso".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Sepang
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Marco Melandri , Sylvain Guintoli
Articolo di tipo Ultime notizie