Il doppio podio mancava dal 2012 alla Ducati

Il doppio podio mancava dal 2012 alla Ducati

Il secondo ed il terzo posto ottenuti in gara 2 da Giugliano e Davies sono quindi un risultato pesante

Il Ducati Superbike Team ha festeggiato la sua prima "doppietta" della stagione oggi all’Autodromo Internacional do Algarve, quando i piloti ufficiali Davide Giugliano e Chaz Davies hanno tagliato il traguardo in seconda e terza posizione rispettivamente, nella seconda gara della giornata.

Gara 1 – Condizioni nuvolose e temperature meno calde rispetto agli ultimi giorni, con una temperatura dell’asfalto di 28°C, per la prima manche. Da terzo in griglia, Davies era quarto nelle prime curve, raggiungendo poi la sesta posizione a metà circa della gara ed andando in seguito alla caccia di Guintoli e di Rea. Chaz aveva appena passato Rea conquistando la quinta posizione al 12mo giro, quando purtroppo un contatto con Haslam ha causato la caduta di entrambi i piloti. Davies è tornato al box per riparare la pedana ed il manubrio compromessi dalla caduta. Il pilota Ducati Superbike è poi tornato in pista negli ultimi giri per verificare che non ci fossero altri problemi legati alla collisione e chiudendo poi in diciottesima posizione finale.

Giugliano, ottavo in griglia, ha perso un paio di posizioni in partenza. Spingendo forte per recuperare nella prima fase, Davide ha lottato con Laverty, sorpassandolo al quarto giro per poi posizionarsi all’ottavo posto. Nella seconda metà della manche, il pilota italiano ha battagliato con Laverty e Lowes, in una lotta che è durata sin sotto la bandiera a scacchi dove il pilota Ducati Superbike ha concluso in settima posizione finale.

Gara 2 – La seconda gara si è corsa sotto la pioggia ed è stata accorciata a 18 giri, a causa delle condizioni della pista. I due piloti Ducati Superbike, Davids e Giugliano, hanno mantenuto le loro posizioni di partenza ed erano rispettivamente terzo ed ottavo nelle prime curve.
Nella prima metà della gara Davide ha incrementato gradualmente il suo passo, per passare prima Haslam e poi Davies e posizionarsi quinto alla fine del settimo giro. Continuando a prendere confidenza con le difficili condizioni, ha cominciato a chiudere il gap fra lui e Sykes, passando il pilota Kawasaki nell’arco di due giri. Davide era quarto al 12 passaggio quando una collisione fra i due piloti Aprilia lo ha proiettato al secondo posto. Sapendo gestire bene l’ultima fase, il pilota italiano ha mantenuto la sua posizione fino al traguardo, guadagnando così il suo secondo podio della stagione.

Nei primi giri Chaz battagliava con le due Aprilia, ma poi perdeva qualche posizione verso metà gara, trovandosi settimo al nono giro. Nella seconda metà della manche, il pilota britannico ha preso un buon ritmo ed ha tratto vantaggio da un’ultima fase di gara molto movimentata. L’inglese ha battagliato sia con Lowes che con Haslam, sorpassandoli entrambi per posizionarsi terzo a tre giri dalla fine. Staccato di qualche secondo dal suo compagno di squadra, Chaz ha spinto forte mantenendo la terza posizione e facendo registrare proprio all’ultimo passaggio, il giro veloce di gara 2 in 1’54’118.

L’ultima volta che due piloti Ducati sono saliti sul podio nella stessa gara è stato nel 2012, a Misano, quando lo stesso Giugliano è finito terzo, con Carlos Checa, secondo.

Alla conclusione del ottavo round, Davies si trova sesto nella classifica generale, con 159 punti, mentre Giugliano lo segue al settimo posto con 140 punti. Ducati è quarta nella classifica costruttori (207 punti).

Davide Giugliano: "Sono veramente contento. Dopo gara uno ero fiducioso che, anche sul asciutto, avrei potuto fare bene e piazzarmi almeno nei primi cinque. Dopo alcuni problemi emersi stamattina nel warm-up, abbiamo capito in gara 1 cosa fare per sistemare la moto per la seconda manche. Alla fine però la seconda gara si è corsa su pista bagnata, ed è andata bene anche così. Sul bagnato c’è sempre bisogno di essere un po’ cauti, quindi i primi giri li ho presi con calma. Era difficile anche perché non si vedeva tanto… Poi nella fase centrale ho cominciato a fare dei sorpassi, trovando un buon passo. Negli ultimi giri ho diminuito leggermente il mio ritmo, perché non volevo sbagliare niente. Sono tanto contento per il secondo posto, soprattutto per la mia squadra e per tutti i ragazzi che stanno lavorando molto a Borgo Panigale. Ringrazio tutti quanti".

Chaz Davies: "Finire sul podio sul bagnato è molto importante per me personalmente, perché non sono mai riuscito a farlo in precedenza, ne in Superbike e nemmeno in Supersport. Il fatto che anche Davide ce l’ha fatta a salire sul podio è molto significativo. La prima manche non è stata facile, avevo l'impressione che non fossimo completamente a posto. Le cose cominciavano a migliorare quando c’è stato l’incidente con Leon. Queste cose succedono, io ero andato leggermente largo, lui ha visto lo spazio per passare e ci ha provato……. Avevamo deciso di apportare alcune modifiche per la seconda gara ed alla fine i cambiamenti hanno funzionato bene per noi anche sul bagnato. La prima fase è stata buona, poi nella fase centrale è diventato tutto più difficile, dopodiché sono riuscito a prendere un buon ritmo. Dopo la collisione fra i due piloti Aprilia, ho abbassato la testa e ho spinto forte per poter salire sul podio. MI sono divertito molto durante l’ultimo giro, anche se ero al limite e sono riuscito a fare anche il giro veloce della gara! Adesso andiamo verso Laguna molto carichi".

Ernesto Marinelli – Ducati Superbike Project Director: "Siamo tutti veramente felici di questo doppio podio che ci mancava dal 2012. Penso sia un bel regalo per tutti i Ducatisti che non hanno mai smesso di credere in noi anche quando le cose non andavano bene. E’ anche un ulteriore segnale di crescita che corona il duro lavoro di tutti i ragazzi in Ducati, del Team e dei nostri piloti che danno sempre il massimo. Questo weekend abbiamo introdotto un discreto numero di componenti, tra i quali un nuovo software centralina. Tutto il materiale è andato bene e sia Chaz che Davide sono stati soddisfatti, segno che il lavoro fatto a casa dal Team di sviluppo insieme al nostro tester Matteo Baiocco sta andando nella direzione giusta. Il risultato aiuta e abbiamo acquisito molti dati, che ci consentiranno di arrivare ancora più determinati la settimana prossima a Laguna Seca".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Chaz Davies , Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie