Laverty: "Vittoria più significativa della mia carriera"

Eugene si impone alla prima con la Suzuki: "Abbiamo smentito chi non credeva in noi"

Laverty:
Eugene Laverty sembrava molto convinto di aver fatto la scelta giusta approdando alla Suzuki per la stagione 2014 del Mondiale Superbike, ma probabilmente neanche lui avrebbe scommesso su una sua vittoria all'esordio in sella alla GSX-R1000, cosa puntualmente accaduta nella prima gara andata in scena sul tracciato di Phillip Island. Un debutto davvero esaltante per il nordirlandese, al quale è seguito però un ritiro che lo ha tolto di mezzo in gara 2 per la rottura del propulsore, proprio quando sembrava nuovamente in grado di infastidire l'Aprilia di Sylvain Guintoli nella lotta per il gradino più alto del podio. Nonostante questo ko, il bilancio della trasferta australiana deve essere sicuramente positivo per il nordirlandese. "Gara 1 è stata davvero incredibile. Ritrovarmi così indietro al via, riuscire a rimontare e vincere con distacco è stato pazzesco: una gara perfetta, abbiamo dimostrato tutto il nostro potenziale e smentito chi non credeva in noi. Per tutto l’inverno siamo stati veloci, sapevamo di poter lottare subito per le posizioni di vertice. Questa è stata la vittoria più significativa della mia carriera in Superbike. Riuscire a vincere subito con la Suzuki e con questo team è fantastico: non potevo chiedere di più" ha detto Eugene. "Purtroppo in gara 2 sono stato costretto al ritiro, è stata una grande delusione per tutti, ma non ci perdiamo certo d’animo. Sono cose che succedono nelle corse, ma dopo una gara 1 del genere non possiamo essere delusi. Come livello di competitività ci siamo, ora dobbiamo riconfermarci nei test a Jerez e nella prima gara europea ad Aragon" ha aggiunto.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Phillip Island
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Eugene Laverty
Articolo di tipo Ultime notizie