Sykes: "La mano dolorante mi costa tre decimi"

Nonostante il tempo record realizzato in Superpole, il pilota della Kawasaki è convinto di poter fare meglio

Sykes:
Tom Sykes ha ritrovato la Superpole a Misano, con tanto di nuovo record della pista romagnola, ma il pilota della Kawasaki non era neanche troppo soddisfatto al termine della sessione. Nonostante abbia ritoccato un primato che resisteva addirittura dal 2010 (lo aveva realizzato Troy Corser con la BMW), il leader del Mondiale è convinto che avrebbe potuto fare molto meglio se non avesse ancora una mano dolorante a causa dell'incidente avvenuto in gara 1 a Sepang con il compagno di squadra Loris Baz. "Battere un record che apparteneva ancora ad un grande pilota come Troy Corser, uno dei miei miti, è davvero un grande onore. In ogni caso sono convinto che avrei potuto fare meglio, perché credo che la mano infortunata mi costi ancora tre o quattro decimi al giro. Inoltre nella prima uscita avevamo tentato una modifica che non aveva dato i riscontri sperati. Qui comunque è importante partire davanti, quindi sono contento" ha detto "The Grinner".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes
Articolo di tipo Ultime notizie