La wild card di Baiocco termina con un doppio ko

La wild card di Baiocco termina con un doppio ko

Il pilota della Ducati è stato veloce, ma non si può dire che sia stato altrettanto fortunato

Per Matteo Baiocco il weekend del settimo round del Campionato Mondiale Superbike, che si è corso al "World Circuit Marco Simoncelli" di Misano Adriatico, era iniziato sotto buoni auspici, grazie a dei buoni tempi spuntati nelle prove libere e di qualificazione, ma si è purtroppo mestamente concluso con due ritiri per noie tecniche. Terzo tempo nella Superbike EVO e 14esimo tempo nella generale, su 30 partenti, le prove di qualificazione avevano evidenziato una buona progressione e competitività del portacolori Ducati del team Grandi Corse by AP Racing, che in poco tempo era riuscito a sistemare al meglio la Ducati 1199 Panigale R in configurazione EVO, che ha caratteristiche differenti dalla Panigale che abitualmente utilizza nel Campionato Italiano SBK. In gara uno, partita alle ore 10.30, Matteo è scattato bene al via e si è posizionato subito al 13esimo posto della generale e secondo delle EVO, ed era in piena lotta per il vertice del podio della sua categoria, quando dopo sette giri è stato costretto ad abbandonare la competizione per problemi tecnici alla sua moto. Gara due, prevista per le ore 13.10, non è addirittura nemmeno riuscita a iniziarla, in quanto la moto ha avuto subito dei problemi che hanno impedito a "Baiox" di schierarsi in griglia di partenza. E’ stato un vero peccato per l’osimano, che ricopre anche il ruolo di collaudatore Ducati per il test team superbike e già campione europeo della supersport e due volte campione italiano della superbike, in quanto con la progressione dimostrata nelle prove, poteva sicuramente centrare un doppio podio della classe EVO del mondiale, che avrebbe premiato il suo talento e il tanto lavoro svolto ai box da tutti i ragazzi del team. Matteo Baiocco: "Non ho parole per quello che è successo nelle due gare. Un vero peccato. Con i ragazzi del team durante le prove abbiamo lavorato tanto e bene, eravamo riusciti a trovare un ottimo set up alla moto ed eravamo sicure di poter fare molto bene. Che dire… sarà per la prossima occasione".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Matteo Baiocco
Articolo di tipo Ultime notizie