Barrier stupisce anche se non è al top fisicamente

Barrier stupisce anche se non è al top fisicamente

Al rientro dopo un lungo stop, il pilota della BMW ha chiuso addirittura 11esimo in gara 2

Si sono disputate oggi al Misano World Circuit le due gare valide per il settimo round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike. Nelle prove cronometrate dei giorni precedenti Sylvain Barrier, rientrato nel BMW Motorrad Italia Superbike team dopo una lunghissima assenza dovuta prima ad un infortunio e successivamente ad un incidente automobilistico, è andato oltre ogni più rosea previsione, riuscendo a trovare subito un buon feeling con la sua BMW S1000RR, tanto da qualificarsi per la Superpole 1, e nelle due gare odierne Sylvain ha preso il via dalla sesta fila. Cielo soleggiato, pista asciutta e temperature elevate per la prima manche nella quale Sylvain non è partito benissimo, forse frenato anche da un poco di emozione, tanto che al primo passaggio era solo diciannovesimo. Però con il proseguire dei giri Barrier manteneva un ottimo ritmo, che gli consentiva di risalire la classifica sino a concludere al quindicesimo posto assoluto, quarto dei piloti della classe EVO. In gara due Barrier è stato autore di una gara sorprendente, condotta sempre nelle prime dieci/undici posizioni, in lotta con il leader della classifica EVO, lo spagnolo David Salom. Nel finale, il pilota del BMW Motorrad Italia Superbike Team è stato penalizzato di una posizione – molto probabilmente per aver effettuato un sorpasso in regime di bandiere gialle – e per questo ha tagliato il traguardo all’undicesimo posto assoluto, secondo dei piloti della classe EVO. Una prestazione eccezionale se consideriamo che Barrier non gareggiava dall’ottobre dello scorso anno ed aveva percorso solo pochi chilometri con la BMW S1000RR in versione EVO. Sylvain Barrier: "Sono molto felice. Nella prima gara ero un poco emozionato e non trovavo il giusto feeling con la mia moto. Per questo, per gara due abbiamo deciso di renderla più maneggevole, anche perché fisicamente non sono ancora in grado di disputare al meglio due gare della Superbike. Infatti nella prima manche non avevo sufficiente forza nelle braccia ed ho fatto fatica a concludere la corsa. La seconda manche è andata bene e, anche grazie alle migliorie apportate alla moto dai miei tecnici, ho trovato subito un buon feeling con la mia S1000RR e questo mi ha consentito di lottare con Salom, standogli a lungo davanti. Quando mi hanno informato che dovevo cedere una posizione non ho capito il perché, in quanto non mi risulta di aver superato in regime di bandiere gialle. Ho ceduto la posizione, ma mancavano solo poche curve e non ho più potuto recuperare. Va bene comunque così, abbiamo ottenuto due buoni risultati. Voglio ringraziare BMW Motorrad Italia che mi ha dato fiducia e tutti i ragazzi della mia squadra che hanno svolto un lavoro eccellente". Gerardo Acocella - Team Director: "Siamo davvero molto contenti perché Sylvain è tornato nella nostra squadra ed in pochi giorni è riuscito ad essere competitivo, sino a disputare una gara due davvero eccezionale. Il suo secondo posto da morale a lui e a tutto il team e ci stimola a continuare ad impegnarci e a fare sempre meglio".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Sylvain Barrier
Articolo di tipo Ultime notizie