Sykes: "Ho fatto del mio meglio, ma non è bastato"

Molto sportivamente il pilota della Kawasaki ammette che Guintoli è stato più forte nel weekend decisivo

Sykes:

Oggi la festa è tutta per Sylvain Guintoli, ma bisogna dare onore anche allo sconfitto: nessuno ha totalizzato più punti di Tom Sykes nelle ultime tre stagioni, ma il pilota della Kawasaki ha potuto fare festa solo nel 2013. Nel 2011 si inchinò a Max Biaggi per appena mezzo punto ed oggi si è arreso allo strapotere del francese dell'Aprilia, bravo a recuperare i 12 punti di distacco con cui era arrivato in Qatar con una doppietta e a staccare il britannico di sei lunghezze.

"The Grinner" lo sapeva che quella del Qatar era una pista che non era favorevole alla sua ZX-10R e pure al suo stile di guida, ma ha cercato di fare il possibile, portandosi a casa due terzi posti. Sicuramente più doloroso quello di gara 1, visto che davanti a lui si è piazzato il compagno di squadra Loris Baz, che non gli ha dato strada nonostante un ordine del muretto. Situazione che lo aveva fatto arrabbiare parecchio, anche se alla fine della lunga notte di Losail, sportivamente, Tom si è congratulato con il suo avversario.

"Sicuramente oggi le cose ci hanno girato male in gara 1, ma in questo frangente nella mia testa passano anche altri diversi momenti in cui non è andata come avremmo sperato. Ormai però è andata così e possiamo solo riconoscere che Sylvain ha fatto un lavoro fantastico. Purtroppo su questo circuito il suo pacchetto ha dimostrato di essere formidabile. Magari su un'altra pista sarebbe potuta andare diversamente, ma oggi sono stati più forti. Chiaramente sono molto deluso. Avevamo dei limiti, ma io provato a fare del mio meglio. Purtroppo non è stato abbastanza per confermarmi campione del mondo. Sarà un lungo inverno, ma l'anno prossimo ci riproveremo" ha detto Tom.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Losail
Circuito Losail International Circuit
Piloti Tom Sykes
Articolo di tipo Ultime notizie