Il JR Racing Team deve saltare Phillip Island

condividi
commenti
Il JR Racing Team deve saltare Phillip Island
Redazione
Di: Redazione , Redazione/Redakteure/Editeurs
27 gen 2015, 16:15

Le BMW di Badovini ed Elias debutteranno solo in Thailandia per problemi burocratici e logistici

Inizia in salita l'avventura del JR Racing Team, squadra che farà il suo debutto nel Mondiale Superbike nella stagione 2015. La struttura gestita da Troy Corser, che schiererà due BMW S1000RR per due piloti esperti come Toni Elias ed Ayrton Badovini, dovrà però rimandare l'esordio al secondo round stagionale, previsto per fine marzo in Thailandia.

Oggi, infatti, il titolare Chary Robinson ha annunciato con un comunicato stampa che la sua squadra non potrà partecipare al round inaugurale della stagione, a Phillip Island, per questioni puramente burocratiche e logistiche.

"Questo nostro ritardo è semplicemente dovuto al trasferimento internazionale di denaro tra i proprietari e le banche. Noi preferiamo fare le cose giuste ed al modo giusto fin dall’inizio, sebbene questo comporterà la nostra assenza dal primo round in Australia. Se questa tappa si disputasse in Europa non incontreremo alcun problema, ma per ragioni logistiche non siamo in grado di poter organizzare con così largo anticipo la trasferta e la spedizione delle moto fino all’Australia" spiega la nota.

Prossimo articolo WSBK

Su questo articolo

Serie WSBK
Piloti Toni Elias, Ayrton Badovini
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie