Domenica storta per la Crescent Suzuki a Misano

Domenica storta per la Crescent Suzuki a Misano

Le due GSX-R1000 di Laverty e Lowes non hanno mai avuto il passo per stare con i migliori

Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki) ha stretto i denti e corso sul dolore, chiudendo al settimo posto ieri la seconda gara del Campionato Mondiale eni FIM Superbike al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Dopo aver chiuso al nono posto una prima corsa resa estremamente difficile dalla ricomparsa di un precedente infortunio al piede, Laverty non si è tirato indietro ed ha ottenuto un settimo posto di volontà e cuore, dopo essere sceso fino alla decima posizione. Alex Lowes ha mostrato un buon passo in entrambe le gare, terminando all’ottavo posto la seconda dopo la caduta occorsa in mattinata. Dopo aver fatto segnare il suo giro più veloce in 1'36"621, Lowes ha chiuso il gap su Jonathan Rea prima di terminare gara 1 nella ghiaia, alla curva 5, nel corso del quinto passaggio. Eugene Laverty: "Non è stata sicuramente una giornata semplice! In gara uno, dopo qualche giro, stavo spingendo sulla pedana mentre affrontavo la curva 5, quando ho sentito uno schiocco nel piede. Il dolore era forte e faticavo a guidare, ma non mi sono arreso. Ho semplicemente modificato la posizione del piede sulla pedana e negli ultimi cinque o sei giri sono riuscito a spingere forte nuovamente. Per gara 2 i dottori mi hanno consigliato di adottare una strana posizione del piede sulla pedana, che però mi ha permesso di correre e di lottare. Sono contento, perché pensavo che non sarei stato in grado di prendere parte alla corsa. E’ un peccato perché pensavo che il piede fosse a posto, non ho problemi a camminare, ma la frattura è esattamente nel punto in cui spingo sulla pedana, e credo che il danno sia maggiore ora che nel primo caso. Farò del mio meglio per essere al meglio della forma possibile per Portimao, e spero di riportare la GSX-R nelle prime posizioni". Alex Lowes: "Sono davvero deluso di come è andata gara 1, stavo andando bene ma purtroppo ho fatto un errore. Nella seconda invece ho dato il massimo ma ho chiuso ottavo e, sebbene non possa considerarmi soddisfatto del risultato, so di aver lavorato duramente. Dobbiamo fare ancora dei passi in avanti ed io devo familiarizzare totalmente con la GSX-R, per cercare di tirare fuori il massimo dalla moto. Non vedo l’ora che arrivi la trasferta portoghese, questo inverno abbiamo fatto un buon test lì e sono impaziente di tornare in pista".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Eugene Laverty , Alex Lowes
Articolo di tipo Ultime notizie